Impianto di affinamento delle acque reflue: l’Amministrazione di Barletta è sempre attiva

Risentimento dell’Amministrazione di Barletta il differimento della Conferenza di Servizi in programma alla Regione Puglia sull’attivazione di un impianto di affinamento delle acque reflue e, più in generale, sugli scarichi a mare a tutela dell’ambiente a Barletta.

La nuova convocazione per il prossimo 24 aprile vedrà, come sempre, i rappresentanti del Comune di Barletta presenti e attivi nel sostenere la necessità di una soluzione che possa consentire l’ utilizzazione di quell’impianto funzionale alla depurazione e al recupero di una risorsa preziosa com’è l’acqua, costato alla collettività oltre 6 milioni di euro ma dal 2009 abbandonato a se stesso.

Gli amministratori di Barletta avrebbero voluto cogliere già l’occasione odierna, e non mancheranno ogni opportunità, per lanciare anche un vero e proprio allarme sullo stato del depuratore cittadino, sui canali e sulle condotte a mare, affinché si provveda all’insieme degli interventi con cui adeguare il servizio ai nuovi bisogni della città.

Il Comune farà indubbiamente la propria parte per accertare e contrastare le minacce di inquinamento, ma non si può perdere altro tempo nell’azione concorde di tutti gli Enti contro la vera e propria aggressione che il prezioso ambiente marino del nostro territorio subisce.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here