Il Piano Regolatore Generale di Barletta dal 1834 ad oggi

Quanto mai attuale l’argomento trattato nel nuovo approfondimento a cura di Michele Grimaldi, titolare della rubrica “Cronaca nella Storia” che sta riscuotendo il miglior successo tra i nostri lettori. Grimaldi avvicenda la stretta attualità con la storia e le origini di un documento che potrebbe influenzare una nuova stagione politica della città.

Si parla quindi del Piano Urbanistico Generale, già Piano Regolatore Generale, con riferimento alla misteriosa scomparsa della maglia D2-06, oggetto di civile interessamento dell’imprenditore barlettano Aldo Musti, la cui battaglia giuridica pluriennale sta diventando storia essa stessa e che sicuramente avrà un seguito nell’avvenire, salvo un ravvedimento insperato dei veri responsabili della sparizione.

Verranno quindi ripercorsi nell’articolo i passi che hanno portato alla creazione di questo documento, le cui ambizioni oggi come allora sono altissime, e alle tante vicende, purtroppo simili tra loro, che si sono succedute nel corso degli anni.

Vi invitiamo quindi a leggere l’articolo: “Il Piano Regolatore e il Mago: lo strumento urbanistico tra intuizioni e scomparse“, online da domani  su Barletta News.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here