Un documentario sulla Capitale Europea della Cultura 2019

Arriva alla Multisala Paolillo mercoledì 23 gennaio (ore 19.30) il documentario “Mathera“, terzo appuntamento della stagione de “L’ARTE AL CINEMA” distribuita nei migliori cinema italiani da MAGNITUDO FILM con CHILI.

Ispirandosi al più puro dei filoni documentaristici, quello delle city symphonies, “Mathera”, diretto da Francesco Invernizzi, vuole essere un’ode, una cornice che racchiude i volti, gli scorci e i profumi della città Patrimonio UNESCO e Capitale Europea della Cultura 2019.

Riconosciuta come una delle destinazioni turistiche più ambite della penisola italiana, Matera è al centro di una regione estremamente affascinante, dove tradizione, scienza e tecnologia convivono e prosperano insieme, creando un ponte imprevisto tra il suo passato folcloristico e il suo futuro luminoso e promettente.

Il documentario di Francesco Invernizzi, prodotto da MAGNITUDO FILM, racconta del riscatto e della rinascita di Matera, dalle sue origini ad oggi. Un viaggio attraverso ricordi e aneddoti, da quando la città venne definita “vergogna d’Italia” sino ai giorni nostri che vedono il centro lucano meta di appassionati della cultura e del cinema.

Matera, infatti, è un set cinematografico naturale: i Sassi, il Parco della Murgia Materana e le Chiese Rupestri hanno ispirato importanti produzioni italiane e internazionali. “LA LUPA” di Alberto Lattuada, “GLI ANNI RUGGENTI” di Luigi Zampa, “I BASILISCHI” di Lina Wertmuller, “IL VANGELO SECONDO MATTEO” di Pier Paolo Pasolini, “CRISTO SI E’ FERMATO AD EBOLI” di Francesco Rosi, “LA PASSIONE DI CRISTO” di Mel Gibson non sono che alcuni dei film girati a Matera.

Tanti i registi catturati da un territorio estremamente suggestivo dove tradizione, scienza e tecnologia consentono un viaggio tra il passato, il presente e il futuro dell’intera umanità. Mel Gibson così si è espresso in una intervista pubblicata sul New York Daily News “Alcune parti della città sono antiche di 2000 anni, e l’architettura, i blocchi di pietra, le zone circostanti e il terreno roccioso aggiungevano una prospettiva ed uno sfondo che noi abbiamo usato per creare i nostri imponenti set di Gerusalemme. Abbiamo fatto molto affidamento sulla vista che c’era lì. In effetti la prima volta che l’ho vista, ho perso la testa, perché era semplicemente perfetta.”

Il documentario “MATHERA” di Francesco Invernizzi propone una riflessione sulle bellezze e sulle potenzialità di Matera rivelate dalle voci e dai volti dei suoi abitanti, in un affresco corale unico nel suo genere reso possibile dalla tecnologia delle immagini in 8k.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here