Il commento di Cascella sull’applicazione della TASI

“Ci ritroviamo pienamente nell’impegno dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) a fare la propria parte nella chiarezza delle norme e nella piena responsabilità nei confronti dei cittadini contribuenti” questo il commento del Sindaco di Barletta, Pasquale Cascella sull’incerta problematica della TASI.

“Purtroppo – continua il primo cittadino – mentre ci si avvicina a larghi passi verso la metà dell’anno, gli Enti locali non hanno ancora quella certezza sulle entrate che consenta loro di predisporre  bilanci “veritieri”. Dal Ministero dell’Interno si attendono, ad esempio, comunicazioni definitive sull’entità del Fondo di solidarietà comunale (ex trasferimenti erariali). Né adeguata chiarezza è stata ancora fatta sulle norme di applicazione della nuova Imposta Unica Comunale (IUC) e delle relative regole per la determinazione delle aliquote e tariffe. Quindi, soprattutto per quanto attiene la TASI (Tassa sui Servizi Indivisibili), che lo scorso anno era stata versata direttamente allo Stato e da quest’anno dovrà essere gestita in proprio, ai Comuni è consentito soltanto di restare in fiduciosa attesa: possono, al più, attuare la normativa applicativa precedentemente fissata, ovvero del pagamento della prima rata entro il 16 giugno nella misura del 50% dell’imposta dovuta e calcolata con l’aliquota base dell’1 per mille per tutti i contribuenti, ad eccezione delle abitazioni principali, che dovrebbero versarla in unica soluzione entro il 16 dicembre 2014. Fermo restando, ovviamente, le rideterminazioni che dovessero intervenire”.

“Se qualcosa deve cambiare, e deve in tutta evidenza cambiare, siamo tutti interessati a che si cambi per tempo, così da operare le scelte conseguenti nella massima trasparenza, senza mettere in discussione la garanzia dei servizi dovuti ai cittadini. Come amministratori – conclude Cascella – siamo pronti ad assumerci da subito le nostre responsabilità nei termini consentiti dalle norme, e ci aspettiamo che altrettanto sia fatto tempestivamente a livello centrale, in modo da contribuire – ognuno per la propria parte – a un rapporto corretto con tutti i contribuenti”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here