I Solisti di Soundiff: “Il violino virtuoso” per il concerto evento di Soundiff Academy

 

Continua l’appuntamento con le attività, gli incontri e i concerti di Soundiff Academy, progetto realizzato da Soundiff – Diffrazioni Sonore, nell’ambito di “ Mettici Le Mani”, avviso promosso dalla Regione Puglia per riattivare, potenziare e mettere in rete gli spazi per i giovani nati in Puglia all’interno di ex edifici pubblici sottoutilizzati.

Venerdì 25 settembre, con porta alle ore 19.30 e inizio alle ore 20.00, ad ingresso libero, presso l’Auditorium del GOS ( Laboratorio Urbano) di Barletta, le violiniste Gabriella Altomare, Anna Borraccino e Arianna Di Savino, riproporranno nella prima parte del concerto interamente dedicato al “ violino virtuoso”, alcuni brani tratti dal repertorio solistico delle partite e sonate per violino solo di Bach.

Sonate e partite per violino solo di Johann Sebastian Bach è il titolo entrato nell’uso comune di sei composizioni denominate, sulla partitura autografa del 1720, Sei Solo a Violino senza Basso accompagnato. La raccolta fu composta mentre l’autore era Capellmeister presso la corte di Cöthen. Dal punto di vista della tecnica violinistica, i sei Soli a violino rappresentano un conflitto tra intenzione e realizzazione, la cui traduzione necessaria è una sensazione di sforzo sia per l’esecutore che per l’ascoltatore. Al violino, considerato fino a questo momento come uno strumento solista, Bach impone una funzione musicale completa, senza accompagnamento.

Oggi nessun violinista può evitare di confrontarsi con queste composizioni, banco di prova delle capacità interpretative degli esecutori del nostro tempo; le loro straordinarie difficoltà hanno addirittura favorito lo sviluppo di una speciale fase della tecnica violinistica. Il risultato del lavoro di Bach sulla musica per violino fu tale che nessuno dopo di lui pensò di imitarne l’esempio. La seconda parte del concerto vedrà le tre violiniste cimentarsi nell’esecuzione nei celeberrimi Capricci di Paganini, composizioni per violino di Niccolò Paganini, scritti nel 1817. Sono composizioni di carattere estremamente virtuosistico, con una grande varietà di tecniche violinistiche come picchettati, ricochet, ottave, decime e pizzicati con la mano sinistra. Gabriella Altomare, diplomanda in Violino e diplomata in Didattica della Musica presso il Conservatorio N. Piccinni di Bari, dal 2000 lavora come violinista nell’orchestra ” Violini Young Ensemble” con cui annovera numerose esibizioni; con lo stesso gruppo partecipa a quattro edizioni dello ” Scuolamusicafestival” a Rimini durante le quali oltre a vincere il ” Premio della Critica” collabora con artisti quali i Pooh, Valeria Rossi, Andrea Cardillo, i Velvet e Maria Teresa Ruta. E’ violinista di alcune importanti orchestre regionali fra cui l’Orchestra Sinfonica del Levante, Eurorchestra. Alla passione per la musica, attività principale, affianca quella per il teatro, prediligendo la commedia, ma lavorando anche su testi di poesia e tragedia.

Anna Borraccino, diplomanda in Violino presso il Conservatorio Piccinni di Bari, ha al suo attivo numerose collaborazioni con importanti orchestre giovanili del territorio, con cui ha partecipato a varie ed importanti manifestazioni fra cui i concerti di apertura dell’anno accademico del Conservatorio di Bari. E’ laureata inoltre in Scienze Biosanitarie presso l’Università degli Studi di Bari.

Arianna Di Savino, diplomanda in Violino presso il Conservatorio Piccinni di Bari, dal 2000 al 2005 ha suonato nell’orchestra “ Violini Young Ensemble”, partecipando a quattro edizioni dello “ Scuola Musica Festival”. Dal 2005 suona con l’orchestra sinfonica del Conservatorio di Bari. Nel 2012 è risulta idonea come violino di fila  dell’Orchestra Nazionale dei Conservatori partecipando a numerosi concerti presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma, Conservatorio Santa Cecilia di Roma, Teatro Antico di Taormina ecc. Attualmente prende parte a concerti di formazione jazzistica e musica leggera. Ha lavorato come violinista nell’orchestra del M° De Amicis nel programma di Rai 1 “ Ti lascio una canzone”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here