“#Guidolavita – Vieni a metterti alla prova con la sicurezza”, convegno sulla sicurezza stradale

#guidolavita

Prudenza, rispetto delle regole e del codice della strada e senso di responsabilità, sono state queste le parole chiave del convegno “#Guidolavita – Vieni a metterti alla prova con la sicurezza”, promosso dalla Prefettura di Barletta – Andria – Trani e sostenuto dall’Amministrazione comunale di Barletta, dalla Polizia di Stato, dall’Ufficio scolastico regionale della Puglia, dall’Automobile club di Bari/Bat, dalla Polizia locale e dalla Asl Bt, rivolto alle scolaresche cittadine, allo scopo di svolgere una efficace azione educativa e preventiva destinata, in generale, ai giovani.

Organizzata nell’ambito delle iniziative predisposte per la giornata nazionale in memoria delle vittime della strada, la manifestazione odierna, che ha scontato un momento narrativo, nella sala rossa del castello di Barletta, e uno pratico, di simulazione di incidenti e di guida su strada in stato di alterazione psicofisica, ha registrato l’alternarsi di interventi istituzionali e tecnici, coordinati dalla direttrice dell’Aci Bari Bat Maria Grazia De Renzo, fino a quello toccante del signor Tommaso Ruta, genitore del giovane Giuseppe, scomparso in seguito a un incidente stradale avvenuto la scorsa estate mentre era in vacanza dopo la maturità, nell’isola di Corfù con i suoi amici. Oggi i suoi organi tengono in vita almeno sette persone. Dialogando con don Vito Carpentiere, Ruta ha ricordato quel drammatico episodio e il valore della donazione.

A introdurre i lavori è stato il Prefetto Emilio Dario Sensi, il quale ha sottolineato la necessità di sensibilizzare le giovani generazioni al valore della vita umana e informarli sulle conseguenze che condotte e stili di vita non corretti possono avere. Motivo per il quale sono stati invitati anche i Sindaci del territorio al fine di promuovere ulteriori iniziative finalizzate a sostenere i valori della sicurezza stradale. Significativi i dati degli incidenti e delle vittime degli incidenti stradali in Puglia nel 2017, con picchi nel periodo estivo e nei fine settimana.

Sono intervenuti, fra gli altri, il Sostituto Procuratore di Trani Giovanni Vaira, il quale ha puntato sul senso di responsabilità di chi si mette alla guida e sulle conseguenze sanzionatorie, anche molto gravi, cui si va incontro nel caso di incidenti stradali collegati ad uno stato di alterazione psicofisica; è stata poi la volta del Dirigente del Compartimento di Polizia stradale Puglia Luca Speranza, che ha parlato della missione non solo repressiva ma anche delle campagne educative condotte a livello nazionale a cura della Polizia di Stato per infondere la cultura della sicurezza stradale.

E’ stato un intervento da medico, nella sua veste di ex primario del pronto soccorso e responsabile dell’Emergenza urgenza della Bat, quello del Sindaco di Barletta Cosimo Cannito.

“In oltre trent’anni ne ho viste tante e terribili, ho visto le vittime, ho vista la colpa che distrugge i responsabili della morte di qualcuno, ho visto la fragilità della vita, che è una sola e a questo non si pensa mai, perché si ritiene, erroneamente, che “a noi non succederà mai”, e invece non è così può succedere a tutti”. Infine l’accorato appello ai ragazzi a essere prudenti e non sentirsi invincibili, a non fare uso di alcol e droghe a e ai genitori a essere vigili e attenti, fino a toccare il tema dell’omicidio stradale.

Il Direttore generale della Asl Bt, Alessandro Delle Donne, nel ribadire l’importanza di condotte di guida responsabili e rispettose delle regole, ha evidenziato come gli incidenti stradali siano anche causa dell’aumento dei costi sanitari per prestazioni riabilitative e cure. In rappresentanza dell’Ufficio scolastico regionale, la professoressa Maria Pia Veronico ha ricordato tutti i progetti e le campagne informative a disposizione nelle scuole, cui ha fatto seguito l’intervento del professor Antonio Francesco Diviccaro, dirigente scolastico dell’Istituto “Garrone”.

Il Presidente dell’Aci Bari – Bat Francesco Ranieri ha introdotto le simulazioni che poi si sono svolte all’esterno e, insieme all’istruttore di guida sicura Guglielmo Marconi, è stato spiegato quanto sia importante conoscere l’auto e guidare correttamente, per quanto possa sembrare banale.

Dopo la approfondita relazione del Comandante della Polizia stradale di Bari Damiano Nappi, corredata anche dalla proiezione di significativi video e slide, a chiudere i lavori è stato il Comandante della Polizia municipale di Barletta Savino Filannino, il quale ha puntato l’attenzione sull’educazione alla guida sicura ricordando l’impegno, oramai datato, della polizia locale, a promuovere, soprattutto nelle scuole, iniziative legate alla sicurezza stradale e quello a tornare, proprio nelle aule scolastiche, fra i ragazzi per parlarne e responsabilizzarli.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here