Gli ultras ravvivano un consiglio comunale inconcludente

Convocato in prima lettura per argomenti importanti quali ad esempio l’aggiornamento di oneri di urbanizzazione primaria e secondaria e pianificazione strategica del commercio inerente anche la direttiva europea Bolkenstein, il consiglio comunale di martedì 19 luglio 2016 passa agli archivi soprattutto per la protesta degli Ultras per la famigerata questione stadio. L’inizio dei lavori si è infatti caratterizzato per momenti di forte tensione quando i responsabili del Gruppo Erotico hanno causato la sospensione dei lavori della massima assise cittadina, manifestando tutto il loro malcontento per una questione, quella dei lavori allo stadio Puttilli, che da troppi anni attende una positiva soluzione. Gli animi si sono successivamente stemperati grazie soprattutto all’intervento dei consiglieri Basile e Ventura che hanno permesso così la ripresa dei lavori.
Dopo le prime interpellanze, la discussione ha proceduto sulla nomina dell’organo di revisione finanziaria, un punto sul quale soprattutto il consigliere Dario Damiani non ha mancato  di sollevare criticità in merito all’aumento di spesa che la nuova normativa, prevista dalla spending review, comporterebbe.
Successivamente la discussione in aula si è spostata sul terzo punto, forse il più importante, cioè quello riguardante gli oneri di urbanizzazione. Ma dopo una lunga sospensione, la discussione su questo importante argomento è stata rimandata al prossimo consiglio comunale, quello del 25 luglio.
Una volta rimandata la discussione sul punto 3, l’attenzione si è spostata nuovamente sul problema stadio e più precisamente sulla votazione della delibera di giunta inerente la variazione di bilancio relativa ai lavori di ampliamento della capienza del campo sportivo Manzi-Chiapulin allo scopo di dare al Barletta Calcio 1922 la possibilità di non essere costretto ad emigrare a Canosa per il secondo anno consecutivo. In merito a tale argomento c’è da registrare subito l’intervento molto critico della consigliera di Sinistra Unita Maria Campese che ha posto l’accento sulla riduzione del Consiglio Comunale a semplice organo ratifica di questa variazione di bilancio immediatamente successiva tra l’altro all’approvazione del bilancio stesso. La Campese ha posto inoltre l’accento sulle pietose condizioni del campo Lello Simeone dove i ragazzi delle squadre minori che vi si allenano sono non di rado soggetti ad infortuni anche a causa della mancata realizzazione del manto erboso ed accusando la giunta di tendere ad accontentare le richieste di “chi urla di più”. Il tutto a discapito, a detta della Campese, delle società sportive minori per le quali il Manzi-Chiapulin è stato pensato.
L’intervento della consigliera di Sinistra Unita ha scatenato un vivace dibattito con accorati interventi degli altri consiglieri tra cui Losappio,  Cannito, Alfarano, Basile e Calabrese e le risposte in merito degli assessori Pansini (bilancio) e Di Matteo (sport). Comunque alla fine l’assemblea ha votato per la ratifica della variazione di bilancio con 21 favorevoli e 2 contrari (Campese e Doronzo).

Giunta al quinto punto di discussione, vale a dire quello della pianificazione strategica sul commercio, alle soglie della mezzanotte, l’assise è stata sciolta su richiesta della Campese con voto favorevole della grande maggioranza dei consiglieri e la discussione su questo importante argomento è stata spostata ad oggi in seconda lettura (per le 16:30).

A cura di Cosimo Campanella

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedente‘L’Ofanto e l’Alfeo. Per una grammatica degli affetti’ – Intervista a Giuseppe Lagrasta
Articolo successivoTrani, arrestato scippatore e gestore di macelleria: i prodotti invasi dalle formiche
Cosimo Campanella
Cosimo Campanella nasce a Barletta il 3 settembre del 1974. Entra nel mondo della fotografia come aiutante nel 1990 e dopo due anni di alterne fortune è costretto nel maggio del 1993 a lasciare per svolgere il servizio militare. Riesce a rientrarvi come aiutante video-maker affinando nel contempo la propria tecnica fotografica per un progetto a lungo termine. Nel febbraio 2011 inaugura lo studio fotografico Arte e Immagine a Barletta. Specializzatosi nella fotografia per cerimonie e nel video-editing non disdegna digressioni anche nel campo della fotografia in ambito storico-culturale e folkloristico. Cosimo Campanella collabora da marzo 2016 con il magazine Barletta News , scrivendo di sport, attualità, politica e cultura

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here