Dunque riassumiamo e consideriamo i seguenti avvenimenti.

In data 11/12 aprile alcuni quotidiani telematici, liberamente, pubblicano un mia lettera in cui, come cittadino attivo, denuncio quanto segue:

  1. La Regione Puglia ha ap provato in data 09/04/2019 la legge tanto attesa della Perequazione Urbanistica affinchè i comuni siano incoraggiati a portare a compimento i nuovi Piani Urbanistici Generali chiamati PUG.
  2. Osservo che è giunta l’ora in cui che a Barletta si attivi l’iter urbanistico generale portando in Consiglio Comunale, per essere discusse, le osservazioni agli strumenti propedeutici chiamati DPP e DPRU.
  3. Chiarisco che le summenzionate osservazioni (solo se ritenute valide e razionali) si incanalerebbero nei successivi step della procedura per il nuovo Piano Urbanistico Generale (PUG).
  4. Nella procedure del così detto PUG, che per legge dovrà prendere in esame tutta la città e tutto il territorio cittadino e non solo una porzione, ho suggerito sommessamente anche di considerare la istituzione di un POLO SANITARIO nei pressi Dimiccoli, sulle orme della cosi detta “Edilizia Sociale della Salute”come da progetto pilota che si sta concretizzando nel Teramano (vedi Google). Citavo inoltre alcune progettualità a Canne Della Battaglia; ovviamente sempre nell’ambito più ampio del così detto PUG che, ricordo, è una moderna riprogrammazione complessiva e non solo per un pezzettino del nostro territorio.

Tutto questo che ho appena riassunto attiene esclusivamente all’urbanistica e alla socialità, temi fondamentali e imprescindibili di una azione politica seria e fatta da politici seri.

A fronte di tutto ciò, per pura e semplice coincidenza  in data 13/14 aprile tutta la stampa riporta la notizia che un gruppo di consiglieri si aggrega e coalizza attorno al sindaco per accelerarne le sue azioni di governo, bene.

A questo punto un cittadino pensa che uno dei punti fondamentali nei propositi programmatici del suddetto gruppo, sempre nell’ ambito dell’urbanistica cittadina, sia quello di proseguire nell’iter del così detto PUG.

Invece con grande sorpresa leggo che tra i punti e propositi di questi signori, nell’ambito dell’urbanistica, vi è solo la volontà di occuparsi  esclusivamente del Ponente e del Levante, cioè di un piccolo pezzettino di tutto il vasto territorio della città di Barletta. E per la cinta urbana? E per tutto il resto del territorio, compresa Canne e il suo sviluppo urbanistico? Nulla ……….. !

Qualcuno avvisi il nostro ottimo sindaco, essendo persona intelligente e raffinata oltre che perbene, che se  i  signori che lo circondano e vogliono programmare ( urbanisticamente) solo le riviere di Ponente e Levante, presumibilmente sui suoli di alcuni costruttori edili, lasciando a bocca asciutta (sempre urbanisticamente parlando) tutta la città ed il resto del vastissimo territorio in quanto  escludono scientemente l’attuazione del Piano Urbanistico Generale; a mio modesto parere vuol dire che questi signori non sono, come si suol dire, “ANIMALI POLITICI”.

Chiedo: come possiamo più semplicemente chiamarli?

                                                                                                                                              Perito Agrario

Giuseppe Dargenio

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here