Giovani Idee Teatro e I Nuovi Scalzi presentano “Il gioco delle maschere”

Le associazioni barlettane Giovani Idee Teatro e I Nuovi Scalzi il 25 novembre presenteranno la stagione 2014/2015 all’interno del progetto La Fabbrika Teatro.
“Il gioco delle maschere” è un progetto che mira ad avvicinare la gente al codice della Commedia dell’Arte e del Clown. Esso ha come filo conduttore il lavoro fisico-espressivo sul corpo, infatti, si presenta come una sorta di viaggio attraverso le possibilità espressive del nostro corpo. Il laboratorio, sotto il segno e la metafora della maschera, si propone proprio di “smascherare”, cioè di rendere manifesto ciò che la maschera ordinaria della quotidianità tende a soffocare ed escludere. Il fine è di riuscire a sviluppare le potenzialità espressive del corpo partendo dalle dinamiche e dall’esperienze individuali per ricercare le linee archetipali che compongono la nostra matrice umana e le sue molteplici componenti: dai desideri fisici all’immaginario, dalle dinamiche di potere a quelle dell’amore, dalla necessità all’avidità, dall’angelico al demoniaco. Le maschere riescono a portare alla luce ciò che il giudizio soffoca. Il lavoro con la maschera permette a chi lo compie di accrescere una consapevolezza ed una memoria fisica della propria dimensione extraquotidiana, di quel mistero che muove i fili dell’esperienza umana, che ci unisce nel tempo e nello spazio e che grazie alla commedia si mostra attraverso i connotati del buffo, del comico. Le dinamiche della commedia dell’arte e del clown teatrale condensano e al contempo amplificano quelle stesse dinamiche fondamentali su cui si muove la giostra della vita sociale: l’Amore e il Potere, ciò che è bene e ciò che è male.

Il laboratorio è una preziosa occasione per recuperare la nostra comunicazione e sciogliere i blocchi emotivi ed espressivi accumulati con età, cultura, educazione.
Attraverso il teatro ci regaliamo la possibilità di esprimerci e ritrovare qualcosa di noi nelle mascherefondando a piccoli passi un percorso intenso e duraturo nel tempo. Il lavoro di training fisico e d’improvvisazione saranno attività necessarie e costanti in tutti e due i moduli. Il laboratorio, infatti si articolerà in due moduli continuativi che affronteranno vari elementi e temi legati alla Commedia dell’Arte. Si può partecipare iscrivendosi ad un singolo modulo oppure considerando il laboratorio completo come un’esperienza dalla quale far nascere un percorso più ampio ed approfondito.

1° MODULO: DAL FISICO ALL’EMOTIVO
– Percezione e ascolto del corpo
– L’impulso
– Il movimento e il gesto
– Azione e reazione
– La presenza scenica e l’urgenza
– Le Nascita del Clown
– Sfortuna del clown
– Clown circense
– Clown teatrale
– Clown di strada
– Teatro della fiera

2° MODULO: DALLA DIMENSIONE VERTICALE ALLA DIMENSIONE ORIZZONTALE
– Analisi e interpretazione dei personaggi
– tecnica della maschera
– il gramellot
• Scoperta dello spazio teatrale
• Giochi di interazione
• Cenni sul Clown
• I tipi fissi: Bianco, rosso, l’Augusto
• La postura e il movimento nel gioco del teatro
• Interazioni tra clown
• Lavori con gli oggetti
• Improvvisazioni finali
– i canovacci
– la respirazione sotto maschera
– La maschera e il corpo di maschera
– L’esplorazione in maschera
– Drammaturgia dell’attore: la relazione con lo spazio, la drammaturgia dello spazio, il creare l’atmosfera
– Le dinamiche sceniche

MAESTRI
Ermanno Rizzi
Savino Italiano

DURATA
50ore totali, 25 per ogni modulo da suddividere in 4 ore settimanali

PERIODO
Novembre – Marzo
Inizio corso con lezione di prova gratuita martedì 25 Novembre (si consiglia di venire in tuta o comunque con abiti comodi
COSTO
50 € mensili (per persona singola)

Per informazioni o iscrizioni rivolgersi personalmente presso il Teatro del Laboratorio Urbano Gos Viale Marconi 49, oppure telefonare al 3283097111 o inviare una mail a lafabbrika@gmail.com

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here