520.000€ alle giostrine per i bambini disabili, pubblicato bando 2017

Casili (M5S): "In tre anni raggiungeremo buona parte dei Comuni"

Anche per questa annualità è stato pubblicato il bando per l’adeguamento dei parchi pubblici per i bambini disabili. Soddisfazioni come queste restituiscono la bellezza del fare politica al servizio delle persone soprattutto di quelle più deboli”. Il consigliere del M5S Cristian Casili esprime la propria soddisfazione per il risultato ottenuto grazie ad un suo emendamento presentato l’anno scorso in fase di assestamento di bilancio, con il quale è stato istituito un fondo triennale di 450 mila euro per gli anni  2016/2017/2018 per l’adeguamento dei parchi gioco comunali alle esigenze dei bambini con disabilità. Il fondo è stato rimpinguato, su richiesta del M5S, con ulteriori 70.000€ nella passata annualità al fine di finanziare i parchi nei Comuni al di sopra dei 30.000 abitanti.

Quest’anno, invece, potranno partecipare al bando tutti i Comuni pugliesi compresi tra 15 e 30 mila abitanti che avranno a disposizione 150 mila euro. Nella prossima annualità, quella del 2018,  i finanziamenti saranno destinati, ai Comuni al di sotto dei 15 mila abitanti.

“Fino ad oggi ben 22 Comuni pugliesi hanno ricevuto i fondi per l’adeguamento – continua il Vicepresidente della V Commissione Ambiente ed in  tre anni raggiungeremo buona parte delle amministrazioni comunali. La finalità del provvedimento è assicurare che i bambini con disabilità possano avere uguale accesso alle attività ludiche, ricreative e di tempo libero nei parchi pubblici. Il “Fondo per la piena accessibilità dei parco giochi ai bambini disabili”, permetterà alle amministrazioni pugliesi di fare domanda per adeguare i parchi comunali per un ammontare massimo di 10mila euro a progetto, per l’acquisto e l’installazione di giochi e tutto ciò che occorre per rendere i parchi inclusivi e accessibili a tutti. Percorsi ad hoc, rampe di accesso e pavimentazioni dell’area gioco, giostrine e strutture per lo sport potranno essere finanziati attingendo al Fondo. Invito i sindaci dei suddetti Comuni  – conclude – ad inviare immediatamente domanda via presentando un progetto di adeguamento. Non ci saranno più distinzioni e barriere per il gioco dei nostri bambini”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here