Giannessi-Sonego: saranno loro i nostri cavalieri?

Se il Torneo Open di Barletta da quest’anno avrà forse una ragione in più per intitolarsi Challenger ATP “Città della Disfida” sarà grazie ai due nuovi splendidi cavalieri italiani, Lorenzo Sonego da Torino ed Alessandro Giannessi da La Spezia,  che grazie a due grandissime imprese sono riusciti ad entrare definitivamente nel cuore dei molti sportivi barlettani accorsi anche oggi al Circolo Tennis.

La matricola terribile Sonego ha letteralmente annichilito il forte slovacco Andrej Martin – testa di serie n.5 – dopo un match autoritario e di grande intensità fisica ed emotiva nonostante fosse reduce  da due battaglie al calor bianco prima col cileno Garin e poi contro il temibile bulgaro Kuzmanov e nonostante l’avversario di oggi avesse usufruito di un giorno di riposo. Durante il primo set Sonego usufruisce subito di una palla break per poi condurre autorevolmente il gioco e concludere sul (6-2) la prima partita. Ma è nel secondo set che si assiste ad un vero e proprio spettacolo di intensità ed agonismo non comuni a questi livelli. I due contendenti sono sull’1-1 quando Sonego va a servire per il terzo game che si rivelerà un’autentica battaglia che dopo un’infinita altalena di agonismo e di emozioni porterà sul 2-1 il ventunenne piemontese scatenando letteralmente l’entusiasmo del pubblico del Campo 1. E’ la svolta del match anche perché Martin innervosito e talvolta polemico con pubblico e giudice di gara perde successivamente la prima e decisiva palla break del secondo set, dopo un altro combattutissimo game. Sonego oramai viaggia col vento in poppa e nonostante conceda allo slovacco una palla break riesce a concludere alla grande sul (6-4) e ad eliminare dal torneo uno dei favoriti della vigilia.

Se la vittoria di Lorenzo Sonego è stata entusiasmante, ha semplicemente qualcosa di quasi epico quella di Alessandro Giannessi che elimina dal torneo lo spagnolo Carballes Baena, addirittura testa di serie n.2 del tabellone. L’inizio del match è molto equilibrato anche se non entusiasmante dal punto di vista tecnico. Il venticinquenne spezzino riesce comunque a portarsi sul 5-3 grazie ad una prestazione di grande carattere, ma Carballes-Baena è avversario solidissimo che, come dimostrato al primo turno contro il bielorusso Ignatik, è capace di crescere impetuosamente alla distanza. Infatti  l’andaluso innesta una marcia in più e riesce nella rimonta, conquistando (7-5) il primo set. Giannessi sembra ormai sul punto di arrendersi alla costanza di Carballes- Baena che si porta agevolmente sul 3-1 nel secondo set. Ma proprio mentre tutto sembra essere perduto, Giannessi riesce a trovare inaspettate energie fisiche e nervose riuscendo incredibilmente a ribaltare la situazione ed a vincere (6-4) la seconda partita. Carballes- Baena  accusa il colpo e comincia ad innervosirsi, spesso anche con il giudice di gara, mentre Giannessi è sempre più sul pezzo. Anche il terzo set si rivelerà una battaglia durissima, ma dopo l’iniziale equilibrio l’italiano, con cuore e tanta determinazione, riesce a prendere definitivamente il sopravvento e a portare a casa una imprevista, sudatissima e bellissima vittoria. A Carballes- Baena non resta altro che scaraventare per terra la sua costosa racchetta.

Per ciò che riguarda gli altri incontri, vince ancora Pavlasek stavolta in tre set dopo un intenso match contro l’ungherese Fucsovics. Il ceko sarà il prossimo avversario di Lorenzo Sonego. Mentre poco ha potuto Enrico Eremin contro il rampante spagnolo Lopez-Perez che si è imposto per (6-2 6-2).

Infine per ciò che concerne il torneo di doppio, accedono ai quarti gli svedesi Brinstrom-Siljiestrom battendo la coppia Ymer(Svezia)-Motti(Italia), gli olandesi Middelkoop-Sijsling sulla coppia italiana Giacalone-Naso e la coppia Weissborn(Austria)-Zopp(Estonia) che ha battuto Castillo(Cile)-Martin(Slovacchia). Inoltre vi sono già le prime due semifinaliste con l’accoppiata Golubev(Kazakistan)-Moser(Germania) che ha superato in due set la coppia Dlouhy(Repubblica Ceka)-Martos Gornes(Spagna) e la coppia formata dal nostro Flavio Cipolla e dal brasiliano Dutra Silva(testa di serie n.1 del tabellone singolare) che hanno anch’esse in due set vinto contro la coppia tedesca Kretschmer-Satschko.

A cura di Cosimo Campanella

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteBarletta, approntato il progetto di riqualificazione del mercatino rionale di Borgovilla
Articolo successivoBratta: “Il 17 aprile votiamo si per rispondere all’appello di Papa Francesco in Laudato Si’”
Cosimo Campanella
Cosimo Campanella nasce a Barletta il 3 settembre del 1974. Entra nel mondo della fotografia come aiutante nel 1990 e dopo due anni di alterne fortune è costretto nel maggio del 1993 a lasciare per svolgere il servizio militare. Riesce a rientrarvi come aiutante video-maker affinando nel contempo la propria tecnica fotografica per un progetto a lungo termine. Nel febbraio 2011 inaugura lo studio fotografico Arte e Immagine a Barletta. Specializzatosi nella fotografia per cerimonie e nel video-editing non disdegna digressioni anche nel campo della fotografia in ambito storico-culturale e folkloristico. Cosimo Campanella collabora da marzo 2016 con il magazine Barletta News , scrivendo di sport, attualità, politica e cultura

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here