Ultime notti per poter ammirare il fascio di luce della cometa verde che transita vicino alla terra ma a distanza di sicurezza. La cometa il cui nome è Giacobini-Zinner passa attorno al nostro pianeta più vicina che mai e sono almeno 70 anni che non si vede un fenomeno simile. Precisamente arriverà a 60 milioni di chilometri dalla superficie terrestre.

Ma vediamo quali sono i giorni migliori per ammirare il fenomeno: precisamente, secondo Andrea Longobardo uno dei ricercatori di Inaf (Istituto Nazionale di Astrofisica), i giorni migliori per vederla sono questi attuali perché il punto in cui la cometa era più vicina, in realtà, è appena passato e fra qualche notte la sua luce verde sarà meno visibile.

La Zinner ha un diametro di circa due chilometri e per far il giro completo dell’orbita ci impiega sei anni; arriva dalla zona di Giove e si trova a 6 unità astronomiche di distanza, ossia quasi un miliardo di chilometri.

Precisamente il nome scientifico attribuito è 21P e non si tratta di una semplice roccia perchè la sua superficie è coperta interamente dal ghiaccio e la particolarità di questo corpo celeste è appunto la luce che emette la sua scia, quindi per vederla basta cercare un fascio di luce verde nel cielo.

L’orario ideale per osservarla è verso le 2.30 del mattino e anche se è facilmente visibile ad occhio nudo, con un mini telescopio amatoriale o un piccolo binocolo si può certamente ammirare meglio questo passaggio.

Come mai questa cometa è soggetta a questa particolarità del bagliore di color verde? Semplicemente, come già accennato, è ricoperta interamente di ghiaccio, precisamente di gas ghiacciati: ossia il Cianogeno e il C2, così quando la cometa passa dalla superficie terrestre questi gas vengono liberati emanando così una luce di color verde.

Buona visione

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here