Furti di cavi elettrici: ripristinata l’illuminazione pubblica nei quartieri colpiti

Arginati gli effetti dell’atto vandalico ad opera di ignoti

Come molti di voi ormai sapranno, venerdì 17 gennaio si è tenuto in Prefettura un incontro tra Prefetto e rappresentanti delle Forze dell’Ordine. Molti sono stati gli argomenti trattati, come i provvedimenti presi contro i manifestanti del 9 dicembre scorso che hanno commesso atti di violenza contro i negozianti, oppure l’esame delle incresciose rapine a danno di TIR e mezzi pesanti.

Inoltre, è stata esaminata anche la problematica relativa al recente episodio di furto di cavi elettrici della pubblica illuminazione verificatosi in un popoloso quartiere della città di Barletta, come evidenziato nel corso dell’incontro dal Sindaco di Barletta, dott. Pasquale Cascella.
Il furto, ad opera di ignoti, ha colpito le aree tra via Buonarroti (all’incrocio con via Enrico Fermi) fino all’ingresso del mercato rionale, dove erano in corso vari lavori stradali. Sono stati sottratti circa 450 metri di cavo elettrico in rame e circa 220 metri di cavo unipolare sempre in rame rivestito in gomma, sfilando i cavi dai pozzetti di derivazione posti alla base dei pali di illuminazione pubblica.

Ovviamente il disagio provocato non si limita alla semplice sottrazione di materiale, ma anche alla conseguente mancanza di energia elettrica in molte zone della città e, vista la particolarità di questa situazione, il Prefetto, preso atto dell’attività investigativa in corso, ha disposto l’intensificazione dei servizi di controllo del territorio e ha chiuso così l’incontro con le autorità e i rappresentanti delle Forze dell’Ordine.

743700-rame

Il Comune si è comunque subito attivato per il ripristino della corrente elettrica nei numerosi quartieri colpiti e rimasti quindi sprovvisti di una risorsa ormai irrinunciabile ai giorni d’oggi. Fortunatamente la situazione si è risolta particolarmente in fretta: la determinazione della Giunta e l’impegno delle strutture amministrative e operative hanno consentito di ripristinare quasi interamente il servizio di illuminazione pubblica nelle strade cittadine colpite da furti dei cavi in rame.
Abbiamo già parlato sulle nostre “pagine” di casi di rapine, più precisamente furti in abitazioni, e già abbiamo condannato non solo l’atto ma anche la giustificazione addotta da molta gente: la crisi che costringe molti a fare cose impensabili.

Si tiene a ricordare, però, che la crisi è universale, vale per tutti, e pensare che questa sia una giustificazione per tornare in mondo naturale sulla falsariga di quello di Hobbes in cui “homo homini lupus” (uomo è lupo per altri uomini), va praticamente contro tutti i principi di società civile maturati negli ultimi due millenni.
Anche in tempi di crisi vanno rispettati i bisogni della comunità, soprattutto riguardo risorse così essenziali, ed è da lodare il notevole impegno che Comune e Provincia hanno dimostrato nell’arginare e nell’evitare che situazioni simili si ripropongano in futuro.

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteQual è il giusto confine tra l’assistenza doverosa e l’accanimento terapeutico?
Articolo successivoEnrico IV, ovvero il dramma della follia
Vittorio
Vittorio Grimaldi è nato il 17 agosto 1991. Diplomato presso il Liceo Classico "A. Casardi" di Barletta, attualmente studia Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Bari "Aldo Moro". Appassionato ed esperto di folklore e mitologia, gestisce dal 2013 il canale youtube a tale materia dedicato "Mitologicamente". Giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dell'Ordine dei Giornalisti della Puglia, dal 2014 è stato cronista politico della testata online Barletta News fino a dicembre 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here