“Free Kite” entusiasma il Consigliere Comunale Pietro Sciusco

“L’iniziativa in corso presso la litoranea di ponente “Free Kite”, inserita nel tabellone dell’estate barlettana,  rappresenta un frutto virtuoso di un possibile sviluppo delle litoranee che  individua quale strada maestra quella dello sport – così commenta l’iniziativa appena conclusasi il consigliere comunale Pietro Sciusco –  Il progetto inserito già dal2012 nel Piano Comunale delle Coste, ripreso poi fedelmente dall’attuale amministrazione, denominato “Un Mare di Sport” aveva quale obiettivo quello di fornire servizi e prestazioni a tutti coloro che già in modo del tutto naturale frequentavano la litoranea per svolgere attività sportive. Considerare la litoranea una palestra a cielo aperto e senza intervenire sulla stessa con interventi strutturali ed infrastrutturali che potevano apparire almeno in prima battuta una forzatura. Quello che si sta vedendo in questi giorni è un grande evento ma che deve rappresentare nell’immaginario di tutti noi solo una minima parte di quello che la nostra litoranea può offrire a tutta la città e non solo. Questa manifestazione conferma la necessità di un lavoro sinergico tra pubblico e privato e sicuramente premia scelte politiche fatte nell’interesse e nella salvaguardia dell’ambiente senza però dimenticare la possibilità che queste esperienze, non restino isolate ma che al contrario diventino possibilità di sviluppo socio economico per la città con un aumento esponenziale anche nel breve periodo della domanda turistica. Pertanto, la scelta, avvalorata oggi dai fatti,  di un coinvolgimento delle parti privati nel sostenere le scelte politiche dell’amministrazione, può portare ad un beneficio evidente nel sostenere una maggiore domanda e magari ampliarla intervenendo sul lato dell’offerta turistica”.

“Ovviamente questo rappresenta solo un aspetto del Piano Comunale delle Coste, che complessivamente si occupa anche di ulteriori aspetti quali il monitoraggio delle acque, dell’erosione, dei parcheggi, della viabilità ecc. Però, poichè già nella precedente esperienza assessorile, ho con i tecnici, i collaboratori e il dirigente del settore, sviluppato, fatto incontri pubblici e compreso quanto il mare, la litoranea rappresenti una sfida importante per la politica, ritengo essenziale perseverare sull’idea progettuale “Un Mare di Sport” anche per non classificare il Piano comunale delle Coste solo come un mero piano spiagge utile esclusivamente al rilascio di temporanee concessioni demaniali, ma un vero circuito fruibile da tutti sempre e non solo nel periodo estivo”.

“La realizzazione  dell’evento di questi giorni, insieme con le altre manifestazioni che si svolgono sulla litoranea,  mi fa ben sperare che ci sia una nuova Barletta, una città che vuole trovare in se stessa le forze e gli equilibri per il proprio sviluppo.Ed è utile in questo senso attribuire un ruolo fondamentale alle associazioni sportive che nel Piano vengono privilegiate nell’acquisizione delle residue aree demaniali da assegnare, oltre ad altre aree (circa una decina) da assegnare a privati con l’opzione “spiagge libere con servizi””.

“Per tutto questo credo che sia stato importante che la nostra amministrazione, attraverso il Sindaco e l’assessore al ramo, nel fare suo il Piano Comunale delle Coste, nell’ulteriore serie degli incontri che si sono svolti, abbia voluto affrontare anche gli aspetti normativi nel frattempo intervenuti e concedere in ossequio a quella visione il patrocinio all’evento”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here