Frecciargento per Roma da Barletta: il commento del senatore Quarto

frecciargento
“Barletta e tutto il territorio circostante, formato da un bacino di utenza di circa 600.000 persone, dal 10 giugno avrà una coppia in più di treni Frecciargento per e da Roma!”
 
Esordisce così il senatore del M5S Ruggiero Quarto, che nei mesi scorsi si era fortemente impegnato ad evidenziare ed argomentare alle Ferrovie dello Stato, tramite incontri personali e memorie scritte, le esigenze di mobilità ferroviaria di un territorio che va oltre la sesta provincia pugliese. 
 
“È una bella notizia per tutti i conterranei interessati a raggiungere la capitale sin dal mattino: Trenitalia ha deciso infatti di accogliere la mia ragionevole proposta, potenziando i collegamenti con la stazione di Barletta”.
 
Il senatore evidenzia che l’ottenimento della fermata dei Frecciargento a Barletta non è stato affatto semplice, in quanto Trenitalia agisce, giustamente, in base ad esigenze di mercato, ma l’analisi commerciale da lui richiesta e poi avviata da Trenitalia a fine 2018 ha dato esito positivo.
 
“È stato fondamentale l’incontro tenutosi lo scorso 6 dicembre alla presenza di dirigenti di Trenitalia e del Sottosegretario di Stato alle Infrastrutture e Trasporti, Michele Dell’Orco, durante il quale ho esposto le valide ragioni per cui il territorio comprendente la provincia Barletta-Andria-Trani e comuni adiacenti risultava penalizzato; in ciò coadiuvato anche dal concittadino Nardo Binetti, rappresentante del comitato Barletta Provincia, che tramite svariate iniziative negli scorsi anni ha tenuto viva l’attenzione sul tema”.
 
“In quell’occasione – ricorda il pentastellato – dati alla mano, ho riepilogato le offerte esistenti per raggiungere Roma entro mezzogiorno: solo una da Barletta, due da Bari e Foggia, di cui una con arrivo entro le ore 10.00, cinque da Benevento e sette da Caserta. La situazione era deficitaria anche per il ritorno, con l’impossibilità di usufruire della corsa delle 19.00, sprovvista della fermata a Barletta. Il disagio, inoltre, era particolarmente accentuato anche per la difficoltà di prenotare posti, se non con largo anticipo e/o a prezzo pieno”.
 
Le nuove offerte di viaggio in vigore dal 10 giugno, prevedono dal lunedì al sabato, una fermata del Frecciargento a Barletta alle 6.52 con arrivo a Roma alle 9.58, oltre a quella già esistente delle 7.49 con arrivo alle 11.23. Per il ritorno, al treno delle 18.03 e arrivo alle 21.29, si aggiunge quello delle 19.03 con arrivo nella città della Disfida alle ore 22.17, dalla domenica al venerdì. Con queste aggiunte, per 6 giorni alla settimana, con la duplicazione dei treni nelle fasce orarie mattutina e serale, verranno raddoppiati i posti disponibili, sicuramente ci saranno più offerte a costi ridotti e si potrà giungere a Roma prima delle 10 in appena 3 ore e 6 minuti, mezz’ora in meno delle attuali Frecciargento. Meno che con l’aereo e più comodamente!
 
“Desidero ringraziare innanzitutto Trenitalia – conclude il senatore -, che ha colmato una palese mancanza per il nostro territorio. Il nuovo corso avviato con Gianfranco Battisti, Amministratore Delegato di FS, ha di certo contribuito positivamente. Ringrazio, altresì tutti gli attori coinvolti in quello che ritengo sia un servizio reso alla collettività: dai colleghi portavoce al Senato Agostino Santillo e Mauro Coltorti, rispettivamente capogruppo M5S e Presidente della Commissione Lavori Pubblici al Senato, fino al Sottosegretario al MIT Michele Dell’Orco, che hanno pienamente condiviso e supportato l’istanza.”
 
Sono questi i risultati tangibili del Governo del Cambiamento. Portavoce al servizio della collettività e l’attenzione del Governo per il trasporto ferroviario, la mobilità più sicura ed ecosostenibile, che può anche diventare molto efficiente con il piano di investimenti e sviluppo messo in atto da questo governo.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here