Fratelli d’Italia-AN su decoro urbano: “Un progetto approvato e non ancora decollato”

In data 20 gennaio 2016 è stata pubblicata sull’Albo pretorio On line la delibera di consiglio comunale N.70 del 23 dicembre 2015, che ha come oggetto la proposta di adesione del comune di Barletta al progetto “Decoro Urbano”, approvata con 16 voti favorevoli.

“Il progetto – ha dichiarato Fergola –  ha come obbiettivo quello di permettere al cittadino di inviare segnalazioni in merito a rifiuti, dissesto stradale, zone verdi, vandalismo e incuria, segnaletica e affissioni abusive presso il sito www.decorourbano.org permettendo, quindi, che tali segnalazioni possano essere visualizzate sia dall’intera comunità on line, sia dal Comune a cui la segnalazione è destinata. L’iscrizione al sito, tra l’altro, è gratuita sia per il cittadino sia per il Comune aderente”.

La proposta di adesione approvata, chiede, inoltre, di pubblicizzare tale campagna mediante mezzo web, giornali e manifesti, chiede di istituire un numero verde per tutti coloro i quali non possono inviare le segnalazioni mediante internet e chiede, infine, l’istituzione di un evento annuale per commentare insieme ai cittadini i dati raccolti con le segnalazioni e premiare i cittadini più virtuosi con biglietti per eventi culturali e sportivi.

“Una proposta bella e innovativa – denuncia il coordinatore cittadino di Fdi-An – che però non è ancora andata in porto. A proposta accettata, sono passati poco più di 8 mesi e dell’adesione nemmeno l’ombra”.  A tal proposito, Fergola ha contattato personalmente la segreteria di DECORO URBANO, chiedendo se il comune avesse aderito e, magari, sottoscritto l’atto di recessione o se la sua istruttoria fosse ancora in corso. La risposta ottenuta, ovviamente, è stata la peggiore: IL COMUNE DI BARLETTA NON HA ANCORA ADERITO E NON HA PRESENTATO INTERESSE PER LO STESSO PROGETTO.

Una domanda sorge spontanea: perché il Comune non ha ancora aderito a questo progetto innovativo e, peraltro, gratuito? In merito, Fratelli d’Italia-AN cercherà delle risposte.

 

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here