Il barlettano Francesco Delvecchio in concorso ai Rome Web Awards

Delvecchio

Che Barletta sia una fucina di talenti non è certo una novità. Potremmo portarvi vari esempi, soprattutto giovani, al riguardo, ma preferiamo soffermarci solo su uno in questo momento. Francesco Delvecchio, classe 1991, è uno di questi giovani talenti made in Barletta che non smette mai di stupirci per la sua determinazione nel voler realizzare a pieno la sua arte.

Attore, regista e sceneggiatore, abbiamo avuto il piacere di intervistarlo in occasione della candidatura del suo cortometraggio “Eyes” – Nonostante la Xylella” al concorso Amarcord. In questa occasione abbiamo voluto raccogliere alcune sue dichiarazioni dopo la candidatura come miglior attore protagonista nella categoria social, per lo short film di Massimiliano Tedeschi dal titolo “Laura un anno dopo”, prodotto da Filmax e sequel dello short film pluripremiato nella prima edizione a vari festival internazionali, ai Rome Web Awards.

I Rome Web Awards sono l’evento di premiazione della rete più ricco di premi al mondo. L’edizione del 2018 raggiunge l’invidiabile record di 92 opere in concorso, provenienti da 5 continenti e 27 differenti nazioni.

Abbiamo incontrato Francesco Delvecchio, che ci ha raccontato la storia del suo personaggio e le sue impressioni sulla candidatura ai Rome Web Awards: “Il personaggio per cui ho ricevuto la candidatura come miglior attore protagonista ai Rome Web Awards non è quello per cui mi sono presentato ai casting. Il regista Massimiliano Tedeschi mi chiese di provare per la parte del sacerdote che in quel momento era ancora vacante e mi chiese di farlo senza un canovaccio, improvvisando. Lo feci molto tranquillamente anche se impersonare il ruolo di un sacerdote non è una cosa banale, il sacro non può essere ridicolizzato, diverrebbe altro. È stato un ruolo davvero a doppio taglio e finemente ponderato. Ho studiato molto per cercare di rendere il massimo in questo ruolo, anche rifacendomi alla pietas cristiana di diverse opere letterarie e interfacciandomi con le parole di grandi uomini di Chiesa del passato.

Ricevere una candidatura come miglior attore protagonista mi emoziona molto e mi rende tanto orgoglioso, alla fine il mio personaggio potrebbe essere considerato un co – protagonista (supporting actor) più che un protagonista vero e proprio. Entrambi gli short film hanno ricevuto una vera e propria pioggia di candidature, io ho sempre tifato per i miei colleghi sul set e in caso di vittoria sarebbe una vittoria di tutti e non del singolo.”

La premiazione dei Rome Web Awards si terrà il 22 aprile. In attesa di notizie sulle premiazioni, facciamo il nostro in bocca al lupo a Francesco Delvecchio.

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteWhat’s UP? I film in uscita al cinema dal 16 al 19 aprile (parte 1)
Articolo successivoDanni da fauna selvatica. M5S: “Bocciata nostra proposta per vietarne l’abbattimento”
Ilda Dinuzzi
Ilda Dinuzzi nasce a Trani il nel 1992. Durante la sua infanzia sviluppa l'interesse per la musica e decide di percorrerne la strada studiando per dieci anni solfeggio e violino; da tredici anni è parte attiva della corale polifonica "Il Gabbiano" di Barletta, con la quale ha potuto vivere molteplici esperienze musicali. Nel 2010 si diploma presso l'IPSSAR di Margherita di Savoia e nel febbraio 2016 consegue la laurea in “Scienze dei beni culturali” presso l'Università degli studi di Bari "Aldo Moro". La sua propensione alla bibliophilia la porta nel 2014 a decidere di aprire il blog, un spazio in cui dove condivide le sue opinioni e riflessioni sui vari libri letti, passioni ed esperienze vissute. Attualmente è redattrice di Barletta News occupandosi prevalentemente di musica, libri e teatro ed è anche in attesa di continuare il suo percorso di studi in Archivistica e Biblioteconomia presso l'università La Sapienza di Roma.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here