“Fra Storia e Sport”, sabato primo appuntamento dell’edizione 2018

“Il giavellotto. Storia, sport, archeologia sperimentale. Dalla Battaglia di Canne all’Atletica leggera”. Sabato 24 febbraio, alle ore 17,30 nella sede dell’Associazione sportiva dilettantistica Atletica 2010, a Barletta in via Luigi Doronzo 35, si terrà il primo appuntamento dell’edizione 2018 di “Fra Storia e Sport”, la rassegna di attualità culturali promossa ed organizzata da Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia e Archeoclub d’Italia Onlus Canne della Battaglia Barletta col Patrocinio del Coni Comitato Regionale Puglia Delegazione provinciale Barletta-Andria-Trani.

Nutrito ed articolato in vari appuntamenti il calendario di questa originale iniziativa nell’ambito di una sempre migliore conoscenza delle discipline sportive a sfondo storico, attinenti per luoghi, eventi e personaggi al Territorio.

Protagonisti dell’incontro inaugurale saranno Gaetano Di Pace, direttore tecnico dell’Atletica 2010 Asd e allenatore nazionale specialista di lanci, nonché componente della struttura tecnica regionale Fidal, sul versante sportivo, ed Antonio Buonacara, responsabile per la Puglia dell’Associazione culturale di studio e ricostruzione storica “Mos Maiorum” Roma, su quello dell’archeologia sperimentale.

Intervistati dal giornalista Nino Vinella, direttore della testata telematica “La Gazzetta dell’Archeologia on line”, i due relatori illustreranno ciascuno nell’ambito di proprie esperienze e competenze l’evoluzione del giavellotto nel tempo: da potente arma di guerra a severa disciplina dello sport per l’atletica leggera.

Particolare rilievo sarà dato agli aspetti del “re-enactment”, la rappresentazione dei modi e degli stili di vita (civile ma soprattutto militare) che, mutuata dalla cultura del mondo anglosassone, ha preso quota in Italia negli ultimi anni grazie ad incisivi approfondimenti tematici diffusi su scala nazionale, fra cui si registra con sempre maggiore successo l’attività di “Legio Secunda Consularis”, diretta emanazione di “Mos Maiorum” da Roma nelle aree del Paese più significative (ed evocative) per il richiamo della Storia che si coniuga efficacemente al Turismo di qualità.

Il parallelo fra il soldato romano di allora ed il giavellottista sportivo di oggi sarà accentuato – anche a scopo didattico come già avvenuto ma soprattutto per la possibilità realistica come in un documentario televisivo – dalla presentazione “in diretta” dell’equipaggiamento completo (la cosiddetta “panoplia”) di un soldato legionario della Repubblica di Roma ai tempi di Annibale e delle Guerre Puniche, e che sarà indossato per l’occasione con le armi tipiche in dotazione all’eppoca: specie il “pilum”, l’antenato del giavellotto, che sarà a sua volta spiegato e commentato tecnicamente e scientificamente fino ad arrivare ai giorni nostri.

L’ingresso alla conferenza è libero.

L’invito è rivolto a tutta la Cittadinanza.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here