Chirurgia robotizzata, Flex Robotic System presentato a Barletta

Flex robotic system

Si chiama Flex Robotic System, è il primo sistema robotico flessibile del suo genere utilizzato in Puglia e consente accesso e visualizzazione di aree anatomiche nascoste e difficili da raggiungere. 

In dotazione presso l’Unità operativa di Otorinolaringoiatra dell’ospedale Dimiccoli di Barletta, diretta dal dottor Michele Barbara, il sistema robotizzato è stato già utilizzato per effettuare cinque interventi chirurgici di rimozione di neoplasie della bocca e della faringe.  

Il Flex Robotic System è realizzato dalla Medrobotic Corporation di Boston e ha un costo complessivo di 1milione e 500mila euro. La tecnologia, inventata nel laboratorio di robotica dell’Università Carnegie Mellon di Pittsburgh, è stata utilizzata in origine per la ricerca e il salvataggio di persone intrappolate e si è evoluta in chirurgia di precisione. A differenza dei robot tradizionali che prevedono utilizzo di strumenti rigidi, il Flex Robotic System proprio perché estremamente flessibile, consente di raggiungere aree anatomiche nascoste, difficili da visualizzare e da trattare, attraverso le vie naturali come la bocca. I vantaggi per il paziente sono evidenti e notevoli: non solo l’uso di questo sistema robotizzato consente interventi di chirurgia conservativa, ma facilita anche il recupero post operatorio.    

Il braccio robotico flessibile, che diventa una vera e propria estensione degli occhi e delle mani del chirurgo, ha un estensione massima di 20 centimetri, ha la grandezza di una moneta, termina con una telecamera 3D che da una visione diretta e completa dell’area da operare e trasporta strumenti flessibili miniaturizzati di 2 millemetri manovrati direttamente dall’operatore. 

Facilmente trasportabile da una sala operatoria all’altra, il FlexRobotic System consente anche al chirurgo di operare vicino al letto del paziente e poiché è dotato di un monitor 3D permette la visualizzazione dell’intervento a tutta l’equipe chirurgica.

L’innovazione che contribuisce alla qualità dell’assistenza sanitaria merita di essere valorizzata come esempio virtuoso per far fronte alle difficoltà che da tempo gravano sulle potenzialità delle nostre strutture di prevenzione e di cura”.

Così il sindaco di Barletta e presidente della conferenza dei sindaci Asl Bat, Pasquale Cascella, in occasione della presentazione del “Flex Robotic System” in dotazione presso l’unità operativa di Otorinolaringoiatria dell’ospedale cittadino “Dimiccoli”.

“Questo apparecchio robotico che vede Barletta diventare così apripista dell’innovativo strumento a beneficio dell’intero territorio – ha detto il sindaco – rivela che anche il Mezzogiorno può essere competitivo offrendo opportunità di sviluppo e di crescita di servizi essenziali per i cittadini”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here