Finanziati progetti Programma Italia-Grecia

itlalia grecia

Un nuovo impulso al bilancio delle attività produttive a Barletta arriva dalla graduatoria dei 41 progetti ammessi a finanziamento dal Comitato di Sorveglianza del Programma Interreg V-A Grecia Italia 2014-2020. L’elenco comprende anche “PIT STOP Innovation Pathways for Urban development”, candidato dal Comune di Barletta in qualità di capofila sull’Asse Prioritario 1.2 “Innovazione e Competitività”, finalizzato a fornire servizi di sostegno allo sviluppo di cluster e l’incubazione di piccole e medie imprese innovative.

“E’ così premiata – ha sottolineato il sindaco Pasquale Cascella – una visione internazionale delle politiche a sostegno delle attività produttive volte a sviluppare i rapporti tra le due sponde dell’Adriatico”.

Il progetto, redatto dal Coordinamento Politiche Europee del Comune di Barletta con il supporto della PJ Consulting Srl di Bari, avrà durata di 24 mesi e  persegue l’obiettivo della creazione di start up innovative in settori produttivi emergenti per la promozione e valorizzazione delle piccole e medie imprese operanti nei comparti tradizionali dell’industria territoriale ovvero il tessile, abbigliamento e calzaturiero (TAC) anche attraverso servizi erogati nell’ambito dell’incubatore per l’innovazione e la creatività. L’intervento coinvolge la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Bari, il Comune di Bitonto, il Comune di Ioannina (Grecia), la Camera di Achaia (Grecia), per l’attivazione di processi innovativi, sostenibili e durevoli, che coinvolgano associazioni imprenditoriali, commerciali, culturali, giovanili, enti e strutture del mercato del lavoro, finalizzate ad azioni di inclusione sociale. Il budget totale del progetto è pari a  € 998.580,00 di cui € 289.680 in favore dell’Amministrazione cittadina.

Tra i progetti finanziati c’è anche “Themis, Territorial and maritime network supporting the small cruises development” candidato dalla Autorità portuale del Levante in cui Barletta riveste il ruolo di partner insieme alla Camera di Commercio di Bari, alla Autorità Portuale di Corfù e ai Comuni di Gallipoli e Paxos.

Il progetto “Themis”, finanziato per 2.000.000 di euro (di cui 50.000 destinati all’area di Barletta), è finalizzato a sostenere lo sviluppo dei porti minori integrandoli in percorsi transfrontalieri e regionali, dotandoli di infrastrutture leggere destinate a migliorare l’accoglienza dei turisti, in particolare dei crocieristi; creare migliori collegamenti tra il turismo interno e quello marittimo; porre le basi per la creazione di nuove imprese  di trasporto e di servizi portuali e turistici; migliorare la capacità e l’efficienza di promozione integrata regionale delle amministrazioni pubbliche interessate allo sviluppo della cooperazione internazionale.

 

 

 

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here