Finalmente a Barletta il colore “Verde”

foto 1“Barletta da oggi ha un nuovo spazio di aggregazione”. Così il sindaco Pasquale Cascella in occasione dell’apertura dell’area verde sul lungomare Pietro Paolo Mennea.  Estesa su una superficie di 8600 mq, si configura come “porta” di accesso ovest al “Parco delle Mura del Carmine”, con giardini dotati di illuminazione, giochi d’acqua, percorsi pedonali e spazi per bambini e adulti. “Manca ancora qualcosa – ha aggiunto il sindaco – ma abbiamo ugualmente voluto aprire quest’area, rompendo gli indugi, affinché questi nuovi spazi possano essere da subito vissuti.

Poi un particolare può piacere e un altro meno, qui e altrove, ma bisogna pure cominciare a rimuovere qualche cancellata, vedere, conoscere e magari immaginare altri interventi per rendere ancora più fruibili gli spazi collettivi”. L’opera, i cui lavori sono stati avviati a maggio 2012, fa parte del primo stralcio dei lavori per la sistemazione della zona a ridosso della Mura del Carmine immaginata come anello di congiunzione tra la città e la litoranea, la cui progettazione era stata avviata a maggio 2007, con la sottoscrizione il 26 maggio 2010 del relativo accordo di programma da parte dell’Amministrazione comunale e della Regione Puglia, ratificato il successivo 22 giugno dal Consiglio comunale. L’occasione ha consentito di presentare il piano di interventi di primo soccorso sanitario e assistenza sulle spiagge libere cittadine, che resterà attivo sino al 14 settembre, gestito dall’associazione “Volontari Soccorso Emergenza Radio” (A.V.S.E.R.), dal comitato locale “Croce Rossa Italiana”, dagli “Operatori Emergenza Radio Barletta” (O.E.R) e dall’associazione di volontariato “Operatori Barletta Soccorso”.

A tutti il sindaco ha espresso sentimenti di gratitudine per il significativo impegno a tutela della sicurezza pubblica. Presenti anche i “mini vigili” che, lasciati i banchi di scuola, stanno continuando le lezioni di legalità ed educazione civica affiancando gli operatori del Comando di Polizia Municipale. A loro è stato rivolto l’invito a farsi portatori di un messaggio di rispetto per i beni pubblici: “Spetta adesso ai cittadini impossessarsi di queste aree, viverle e tutelarle nella gestione quotidiana, così da valorizzare un patrimonio che è dell’intera collettività. E’ importante che siate voi cittadini del futuro  – ha risposto il sindaco a un mini vigile voglioso di elevare ‘contravvenzioni’ – a farvi carico della responsabilità di preservare il bene comunitario con spirito civico”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here