Come portavoce del Movimento Cinque Stelle rivolgo  a tutti i cittadini di Barletta un appello affinché Alziamo la testa per cambiare la rotta del Comune di Barletta.

Chiedo un voto fatto di coraggio, un voto di svolta.

Da troppi anni la politica cittadina si svolge all’insegna dell’opacità, del controllo del voto, di interessi particolari, spesso meschini! Alziamo la Testa per fare di Barletta una vera Città, non il feudo di qualcuno.

Stiamo assistendo ad un fenomeno politico preoccupante: una folla di liste civiche in cui si smarriscono perfino i simboli nazionali dei partiti. Una città di circa 94.000 abitanti non può essere amministrata da chi non ha alcun punto di riferimento ideologico ed istituzionale, nella più totale autoreferenzialità. In questa folla di liste civiche figurano insieme socialisti e neofascisti, all’insegna dell’opportunismo politico più sfacciato. Dentro quelle liste si sono mimetizzati, cambiando casacca mentre sedevano ancora dentro il Consiglio comunale, tutti i Consiglieri uscenti, che, seppur con qualche rara eccezione, hanno dato vita per cinque anni ad uno spettacolo indegno, fatto di ostruzionismo, assenze strategiche e menzogne.

La più grande menzogna è venuta fuori pochi giorni fa, quando abbiamo scoperto che il 7/7/2015, ben tre anni fa, la Provincia ha autorizzato l’incenerimento di 65.000 tonnellate annue di rifiuti presso la Buzzi Unicem. Ebbene, né il Sindaco uscente, né il Consiglio ha ritenuto noi “sudditi del feudo” degni di essere informati su un rischio gravissimo per la salute nostra e soprattutto dei nostri bambini!

A tutto ciò si aggiunga che dietro questa folla di liste si agita il fantasma di chi per anni ha mosso il più consistente pacchetto di voti e che ora è fuori gioco per aver superato il limite della decenza.

Davanti a noi, da tutt’altra parte, ecco Barletta, che stenta ad uscire da una crisi che dura ormai da decenni. 

Dobbiamo cambiare rotta radicalmente!

Il Movimento Cinque Stelle si candida a guidare questo cambiamento tenendo ben presenti tre “stelle”: la trasparenza, il risanamento ambientale e l’efficienza dell’Amministrazione comunale.

Sulla trasparenza noi faremo dei cittadini le autentiche sentinelle della legalità, promuovendo la partecipazione diretta, il dibattito democratico, il controllo dei dati dell’Amministrazione.

Il risanamento ambientale è la vera sfida, una sfida epocale per la nostra Città: noi dobbiamo tutelare la salute dei cittadini, fare del risanamento ambientale la chiave di volta di una trasformazione economica. Dobbiamo creare posti di lavoro proprio per risanare Barletta, far emergere la sua bellezza e farne un luogo di richiamo per un turismo numeroso, sostenibile e qualificato. Dobbiamo bonificare al più presto il Ciappetta-Camaggio, gli scarichi a mare, l’area industriale e tutto il territorio, metro per metro, strada per strada. Dobbiamo valorizzare tutto l’originalissimo patrimonio culturale della nostra Città.

Il Movimento Cinque Stelle si impegna, inoltre, a rendere più efficienti i servizi comunali, ad avvicinare i cittadini ai dipendenti comunali, che devono essere veri e propri protagonisti del progresso della comunità civile.

Vi chiedo di darmi l’opportunità di dimostrare tutto l’impegno e l’amore che io e gli attivisti del Movimento vogliamo dedicare a Barletta.

Il 10 giugno Alziamo la testa!

Michelangelo Filannino

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here