Festival di Sanremo 2018 – Charme e grande stile sul palco dell’Ariston

barlettanews- sanremo

Grande successo e record di ascolti per la 68esima edizione del Festival di Sanremo 2018. Anche quest’anno sul palco dell’Ariston abbiamo visto vincitori e vinti sia per quanto riguarda la scelta dei brani esibiti e sia per quanto riguarda i look indossati dai conduttori e artisti in gara, come promesso dal direttore artistico Baglioni.

Per il grande esordio la bella conduttrice Michelle Hunziker ha scelto di indossare Armani Privè, brillante e raffinata anche nella collezione indossata di Alberta Ferretti.

Raggiante anche negli abiti di Moschino e del marito Trussardi, smoking anche per lei e l’acconciatura sempre perfetta, tranne il caschetto “manomesso o malmesso”.

Anche PierFrancesco Favino ha retto il passo con la bella Michelle grazie agli abiti indossati di Salvatore Ferragamo disegnati appositamente per lui e grazie anche al vistoso smoking dalla giacca argento tipico da gran galà e abito di Dsuqared2, al damascato total noire e nell’optical white entrambi griffati Ermenegildo Zegna Couture, al raffinatissimo accostamento di camicia bianca e giacca d’abito bluette dal bavero nero e infine, anche lui, con Armani Privè.

Anche Claudio Baglioni si è districato bene in questa “gara di stile” con un aspetto piuttosto giovanile e con due smoking sfoggiati di base nero ma con i blazer di color rosso e l’altro bianco dal bavero in tinta con la camicia e firmati Ermanno Scervino.

Ancora black Armani Privè per Laura Pausini e Fiorello, a quanto pare l’atelier, sembra non abbia “svirgolato” nemmeno di mezzo centimetro di stoffa.

Chiunque abbia scelto tale collezione si è assicurato l’eleganza assoluta senza sé e senza ma per questa edizione.

Non molto elegante ma di grande effetto è stata la star internazionale Skin con un mini dress paillettato fantasia Rainbow di Aujour Lejour, brava e super glamour.

Tra una canzone, buona musica e uno stacchetto, gli artisti in gara si sono distinti per le scelte chic e sofisticate come la “divisa” indossata da Ornella Vanoni in Antonio Riva e la mise di Nina Zilli con il suo Vivienne Westwood Couture.

Poco colore, tanto nero ma paillettes, glitter e cristalli per le maggior parte degli abiti indossati, garanzia con Armani Privè per chiunque l’abbia portato e non sono nemmeno mancati gli incidenti di stile.

Un evento quello del festival di Sanremo di quest’anno che ha “rapito” il cuore degli italiani, un festival fresco e dal gran charme, un festival dai numeri importanti che hanno infranto il record come non accadeva da molti anni.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here