Mancano poche ore all’inizio della 75esima edizione del Festival di Venezia o, che dir si voglia, Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. Il prestigioso evento si terrà nello storico Palazzo del Cinema sul Lungomare Marconi e durerà dalle 19.00 del 29 agosto fino alla cerimonia di chiusura, con la consegna del Leone d’Oro,  che si terrà sabato 8 settembre.

La Laguna per due settimane continuerà a trasformarsi nella casa del grande cinema. Tante sono le novità e le rivelazioni promesse dal direttore Barbera nell’edizione che inizierà oggi. Di più, però sono i film del passato che hanno reso il Festival di Venezia così importante.

Realizzata per la prima volta nel 1932, da un’idea dell’allora Presidente della Biennale di Venezia Giuseppe Volpi, dello scultore Antonio Maraini e di Luciano de Feo, la Mostra  raccolse subito una grande popolarità, tanto da diventare un appuntamento annuale già a partire dal 1935 sotto la direzione di Ottavio Croze.

Tutti i Leoni d’Oro italiani

Il primo premio assegnato dalla giuria, il Leone d’Oro, porta questo nome solo dal 1954; precedentemente era conosciuto come il Leone di San Marco (tra il 1949 ed il 1953) e prima ancora (nel 1947 e nel 1948) come il Gran Premio Internazionale di Venezia. A partire dal 1968, è stato istituito anche il Leone d’oro alla carriera.

Sebbene la mostra sia diventata ben presto internazionale, nei 75 anni del Festival numerosi sono stati i film italiani premiati che hanno fatto la storia del cinema italiano.

Il primo Leone italiano fu assegnato a Renato Castellani con la sua “Giulietta e Romeo” del 1954. Il premio più importante torna ad essere vinto solo 5 anni dopo dai registi Mario Monicelli con “La grande guerra” che aveva come attori protagonisti i grandi Alberto Sordi e Vittorio Gassman e Roberto Rossellini con “Il generale della Rovere“. 

Dopo la vittoria ex aequo del 1959 torna a vincere il prestigioso premio Valerio Zurlini nel 1962 con “Cronaca familiare” che narra della storia di due fratelli, interpretati da Marcello Mastroianni Jacques Perrin, che vengono separati alla morte della madre, ma che poi vengono riuniti a causa di difficili circostanze familiari.

Gli anni Sessanta segnano il massimo numero di vittorie consecutive dei registi italiani al Festival di Venezia: si passa così al leone d’oro nel 1963 a Francesco Rosi con il suo Film di impegno civile “Le mani sulla città” al premio assegnato nel 64 a Michelangelo Antonioni con “Deserto rosso” alla vittoria nel 65 di Luchino Visconti con “Vaghe stelle dell’Orsa…“. Il treno delle vittorie consecutive si conclude nel 66 con Gillo Pontecorvo e la sua “Battaglia di Algeri“.

Gli ultimi tre film italiani a vincere il leone d’oro sono stati “La leggenda del santo bevitore” di Ermanno Olmi nel 1988; “Così ridevano” di Gianni Amelio nel 1998 e “Sacro GRA” di Gianfranco Rosi nel 2013.

Un discorso a parte meriterebbero i premi per la carriera: tra le personalità più famose che hanno vinto il prestigioso premio non si possono non citare coloro che hanno fatto la storia del cinema italiano e internazionale: John Ford, Charlie Chaplin, Federico Fellini, Paolo e Vittorio Taviani,  Mario Monicelli, Paolo Villaggio, Marcello Mastroianni, Francis Ford Coppola, Claudia Cardinale, Robert De Niro, Steven Spielberg, Al Pacino, Woody Allen, Martin Scorsese, Ennio Morricone, Alberto Sordi, Monica Vitti, Vittorio Gassman, Dustin Hoffman, Gérard Depardieu, Sophia Loren, Tim Burton, Jane Fonda, Robert Redford,… 

Festival di Venezia 2018

A tagliare il nastro inaugurale dell’edizione di quest’anno sarà il pluripremiato regista Damien Chazelle con il suo “First Man”, film ispirato alla vita di Neil Armstrong (interpretato da Ryan Gosling) e allo sbarco sulla luna da parte dell’Apollo 11. Inoltre è stato annunciato il Leone d’Oro alla Carriera che, quest’anno, verrà consegnato a Vanessa Redgrave, definita dal direttore di Alberto Barbera “Unanimemente considerata tra le migliori interpreti femminili del cinema moderno, la Redgrave è un’attrice sensibile e capace di infinite sfumature, interprete ideale di personaggi complessi e non di rado controversi”.

La giuria del Concorso, guidata da Guillermo del Toro, sarà composta da Sylvia Chang, Trine Dyrholm, Nicole Garcia, Paolo Genovese, Małgorzata Szumowska, Taika Waititi, Christoph Waltz e Naomi Watts.

18 i film in gara che proveranno ad aggiudicarsi il Leone d’Oro. Quale sarà il migliore? Lo scopriremo nelle prossime settimane.

 

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here