Fermo al semaforo giallo il progetto su via dei Muratori

Incertezza sui tempi di realizzazione e copertura finanziaria.

 Riaffermare il valore di una politica della legalità e della trasparenza nelle Istituzioni. Questo l’obiettivo inseguito, da tempo immemorabile, ormai e con tenacia, dall’imprenditore Aldo Musti attraverso una battaglia, condotta in solitaria, attraverso una sorta di “duello rusticano” con le istituzioni, circa la annosa questione di via dei muratori.

Un vero e proprio intricatissimo rebus quello che per anni si è consumato intorno a questa vicenda. Sino ad ora tante sono state le promesse,  poche le certezze, nessun risultato conseguito. La soluzione sembrerebbe finalmente palesarsi all’orizzonte, ma i tempi per la sua realizzazione sono tutt’altro che certi, attesa, allo stato, la mancata copertura finanziaria. Questo il responso emerso all’esito della seduta convocata dalla IV Commissione Consiliare “LL.PP.”, riunitasi, in seduta monotematica, il 1° dicembre, per aggiornarsi in merito allo stato dell’arte di via dei muratori.

Difatti, così come precisa l’assessore alle politiche per il territorio, Azzurra Pelle, convocata per rendere nota la posizione dell’amministrazione al riguardo e fornire gli aggiornamenti richiesti.

<<La sottoscritta aveva manifestato, nella seduta consiliare del 3 febbraio, l’opportunità – afferma l’assessore – di poter valutare, attraverso un confronto con la Regione Puglia, in sede di conferenza di servizi, la possibilità di dar seguito alle istanze prodotte dalla ditta Arpex, così come formulate. La Regione non ha ritenuto, allo stato, di fornire alcun riscontro in merito. La sottoscritta più che fungere da “trade union” non può fare, poiché non può sostituirsi all’Ente succitato.>>

Per quanto afferisce alla posizione dell’amministrazione – chiarisce l’assessore Pelle, su esortazione del Presidente Flavio Basile – questa si evince, in maniera inequivocabile, dagli atti prodotti dalla stessa, sia come Giunta che come Consiglio Comunale. Difatti – prosegue la Pelle- è stato redatto un Piano Triennale delle Opere Pubbliche che prevede anche la realizzazione dell’opera oggetto di queste sedute consiliari monotematiche, convocate dalla IV Commissione LL.PP. relative, per l’appunto, alla questione di via dei muratori. Per cui, ritengo, che tutte le attenzioni verso questa vicenda siano state abbondantemente espresse attraverso le azioni poste in essere dall’amministrazione, lo ripeto, e in sede di Giunta e di Consiglio. Amministrazione che, in questa sede, sono a rappresentare in qualità di assessore alle politiche per il territorio>>.

<<Mi preme sottolineare – aggiunge l’assessore Pelle – che, attualmente, sulla possibile reperibilità di fondi a sostegno per la realizzazione dell’opera in oggetto, non mi risultano residui che transitino attraverso la Regione Puglia, in materia di cofinanziamento, destinati a sostegno degli interventi di cui trattasi. Certamente, auspico – conclude l’assessore Pelle – che nella programmazione regionale 2014-2020 possano rinvenirsi delle risorse destinate a sostanziare, non solo questa azione di cui ci occupiamo oggi, ma, con la stessa premura, anche tutte le altre azioni che hanno già scontato il passaggio in Consiglio comunale, ottenendone l’approvazione alla loro realizzazione.”

Dopo l’esposizione dell’Assessore Azzurra Pelle relativamente all’aggiornamento dello stato dell’arte di via dei muratori, il Presidente della IV Commissione, Flavio Basile, dichiara aperto il dibattito.

Si avvicendano, dunque, gli interventi dei consiglieri comunali presenti al tavolo (Gennaro Calabrese, Antonello Damato, Ruggiero Dicorato,). I contributi offerti dai succitati, sono stati tutti protesi ad ottenere ragguagli, e circa i tempi di realizzazione del progetto e circa la reperibilità di finanziamenti alternativi rispetto a quelli regionali, al momento ,ritenuti indisponibili poiché non è stata ancora completata la programmazione regionale, così come ha precisato l’assessore Pelle, relativamente ai bandi POR- PUGLIA 2014-2020, bandi che riguarderanno tutti i comuni della nostra Regione.

Non da adito a dubbi la puntuale risposta resa in merito, ai presenti . <<Soltanto il Consiglio comunale- spiega l’assessore Azzurra Pelle, offrendo un ulteriore contributo alla seduta – è l’organo legittimato e ad approvare il progetto preliminare, che non è ancora stato sottoposto al vaglio dell’Assise, e a rinvenire, in sede di approvazione del bilancio, eventuali risorse necessarie da destinare alla realizzazione del progetto di cui trattasi. Ricordiamo- afferma l’assessore Pelle- che la somma da reperire è pari a 2 milioni e 100mila euro.  Non si tratta di una esigua somma! Il Consiglio valuterà, tenendo conto delle priorità, se e quando questa somma potrà essere destinata all’avvio dei lavori con riguardo a via dei muratori>>. La tesi sostenuta dalla Pelle trova conforto anche attraverso le dichiarazioni del dirigente competente, Dott. Gianrodolfo Di Bari.

<<Il rischio che si corre- sottolinea il consigliere Dicorato– è quello che ci sia sempre una priorita “più priorità” rispetto alle altre e che, di conseguenza, la realizzazione del progetto slitti sempre a data da destinarsi>>. Dello stesso avviso si sono mostrati anche gli altri consiglieri presenti. Difatti, per poter dare uno slancio propulsivo e propositivo alla pratica verso la definizione della datata vicenda, il Presidente della Commissione LL.PP. Flavio Basile, di concerto con il consigliere Damato, si è impegnato, attesa la qualità di capigruppo che appartiene ad entrambi, ad attenzionare, nella fattispecie, la conferenza degli stessi.

<<Sembrerebbe, dunque – fa rilevare il consigliere Calabrese – che alcun elemento di novità stia emergendo da questa seduta. Ci si era riuniti con la finalità di poter dare risposte certe al sign. Musti, anch’egli presente alla seduta di cui trattasi, accompagnato dal suo legale, Avv. Marco Palieri, circa i tempi di conclusione dello stesso. Progetto, la cui definizione, da tempo auspicata, non riesce ancora a trovare uno sbocco. Si sta dando conferma in questa sede, invece – prosegue Calabrese- della circostanza che, allo stato, non solo mancano i finanziamenti, bensì anche del fatto che, se tale questione non sarà ritenuta, alla stregua delle altre “prioritaria”, subirà un non definibile slittamento, in termini di tempo, nell’avvio dei lavori che riguardano il progetto stesso. L’importante è essere chiari – conclude il consigliere Calabrese- e non ingenerare false illusioni, né nei riguardi del sign. Musti, né degli altri imprenditori di quella zona che Musti rappresenta in questa sede>>

Non sono mancate dichiarazioni di manifesta insofferenza, espresse in modo tutt’altro che latente, da parte  dell’imprenditore Aldo Musti che, convocato, è stato invitato ad intervenire dal Presidente Falvio Basile.  << La mia presenza in questa sede non è volta a rivolgere un attacco di natura personale, né un atto di accusa, verso alcuno dei dirigenti e/o nei confronti dell’assessore in carica o dell’amministrazione tutta che attualmente governa la nostra città, bensì a sottoporre una istanza finalizzata ad ottenere una garanzia circa il rispetto delle regole nonché l’affermazione della legalità e della trasparenza amministrativa, affinchè si possa sgomberare definitivamente il campo da tutte le opacità che hanno caratterizzato il travagliato iter per il riconoscimento, prima, di via dei muratori nel tratto di via dei Muratori dal n. 16 al n. 12 e per l’elaborazione, poi, di un progetto preliminare che dovrebbe approdare, apprendo oggi, in tempi tutt’altro che certi, in Consiglio comunale.

<<Ritengo – sottolinea Musti – che i diritti dei cittadini non debbano essere subordinati all’interpretazione e alla disponibilità degli amministratori. Il sottoscritto-prosegue Musti- ha sottoposto all’attenzione dell’amministrazione, attraverso istanze ben articolate e motivate, dei correttivi al progetto preliminare che è attualmente al vaglio del settore competente,  e che, sempre a modesto avviso del sottoscritto, presenta delle lacune grossolane ed evidenti. Ciò che si intende far rilevare – incalza Musti- è che non occorre predisporre un progetto “in variante” al PRG vigente per poter realizzare l’apertura di via dei muratori. Difatti, a seguito delle verifiche da me effettuate – chiarisce Musti-  parrebbe un errore procedere a tale “variante” al PRG vigente al dichiarato fine di apporre i vincoli espropriativi scaduti. Quanto sto dichiarando è stato anche sostenuto da un ex-dirigente dell’Amministrazione comunale, Dott. Pierro, il quale ha confermato, attraverso delle note scritte che sono in mio possesso, che vi è una previsione viaria su via dei muratori nel vigente PRG. Inoltre, sempre il Dott. Pierro, ha reso noto che si è proceduto a realizzare anche un’opera pubblica sulle particelle interessate dalla variante. Quindi- conclude Musti – non si comprende la necessità di procedere all’elaborazione di un progetto preliminare, ribadisco, “in variante” al vigente PRG, contrariamente, tra l’altro, a quanto stabilito anche dal Consiglio comunale con delibera n. 51 del 22/12/2011 di cui riporto, ai presenti, uno stralcio “…perché nel momento in cui non c’è più il vincolo di natura espropriativa, nel senso che l’aria è di proprietà del Comune, la previsione urbanistica si diffonde a tutti gli effetti. Quindi la strada si può tranquillamente fare senza alcuna variante”.>>

Secca la replica del dirigente al ramo Dott. Gianrodolfo Di Bari << non è ancora stato sottoposto al vaglio del Consiglio comunale alcun progetto preliminare. Progetto che dovrà scontare ancora, non soltanto una fase di studio da parte del settore competente, bensì ulteriori fasi di approfondimento attraverso la convocazione della Commissione competente, alle cui sedute sarà invitato anche lei per offrire il suo contributo>>.

La discussione si conclude con l’impegno, convenuto all’unanimità dei presenti, di riconvocare la IV Commissione “LL.PP” non appena il settore competente avrà concluso l’iter di elaborazione del progetto preliminare su via dei muratori.

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteVenerdì al Gos, presentazione Rassegna Teatrale della Fabbrika
Articolo successivoRiparte il servizio di assistenza per studenti disabili della Provincia
Patrizia Corvasce

Patrizia Corvasce, classe ’72.
Maturità classica. Giornalista pubblicista iscritta all’Ordine dei Giornalisti della Puglia dal 1° febbraio 2016. Appassionata di diritto, teatro e politica. Già consigliere comunale. Attualmente collabora con la testata giornalistica telematica Barletta News occupandosi prevalentemente di approfondimento politico. Crede che la libertà di stampa dipenda soprattutto dalla volontà di fare informazione libera.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here