Ex Distilleria, approvati i progetti per alloggi e parcheggio interrato

alloggi

La Riqualificazione della ex distilleria è stata approvata dalla Giunta

Con due distinte deliberazioni la Giunta ha riapprovato le progettazioni definitive per  la realizzazione di alloggi per utenze differenziate e per un parcheggio interrato nella area dell’ex Distilleria nell’ambito del programma Contratto di quartiere II avviato nel 2005, tenendo conto delle prescrizioni ultimamente espresse dalla Soprintendenza che hanno reso necessarie importanti revisioni, rispetto a precedenti interventi, a tutela del patrimonio archeologico e storico dell’area.

Saranno costruiti 16 alloggi

Il primo progetto, per un investimento complessivo di € 3.000.000 a carico dei finanziamenti  ministeriali e regionali,  prevede la realizzazione di 16 alloggi della superficie dai 47 ai 59 mq circa netti ciascuno, distribuiti sui due livelli, e di circa 500 mq di strutture di supporto per la collettività al piano terra.
 
L’intervento, che interessa una parte del complesso architettonico individuato dall’originario Piano di Recupero cosiddetto “Gasparrini”, è ora improntato a preservare l’aspetto del manufatto nella sua austera autenticità, valorizzandone la testimonianza di archeologia industriale e sottolineando il pregio morfologico-urbano, storico-architettonico e funzionale-distributivo dell’area dell’ex Distilleria e delle strutture esistenti.
 
Si intende, così, preservare, nel rispetto dei caratteri fisici ereditati e della riconoscibilità morfologica e percettiva dell’area, lo sviluppo dei volumi e la scansione delle facciate connotate dalla regolarità delle alte finestrature e dai tetti a falde con capriate lignee, percepibili internamente dagli androni a tutt’altezza. 

I posti dell’ex-distilleria diventeranno anche  dei parcheggi

 
Il progetto di realizzazione di un parcheggio interrato nell’area dell’ex-Distilleria si inserisce nella logica globale di riqualificazione che mira a valorizzare dal punto di vista fisico e funzionale il ruolo di cerniera tra la città consolidata e la nuova città dell’espansione urbana e soprattutto il ruolo di nodo d’interscambio di trasporto con la stazione ferroviaria posta di fronte. La struttura interrata prevede due livelli per 108 posti auto in autorimessa coperta, comprensivi di sedici posti auto riservati all’edilizia residenziale pubblica con rampa di ingresso/uscita dal livello stradale.
 
Le azioni che completano gli obiettivi di progetto vanno dal rifacimento della pavimentazione ed arredo urbano degli spazi pubblici, alla valorizzazione dei manufatti storici in accordo con le forme degli edifici che testimoniano la passata funzione produttiva. A tal proposito il disegno di superficie della piazza pubblica rievoca le funzioni originali ivi presenti con la riproposizione del sistema di scambio merci su ferro che avveniva attraverso una serie di fasci di binari ferroviari e sistemi di scambio e smistamento per roto-traslazione.
 
Una fatica lunghissima fatta dall’amministrazione Cascella, ma l’area dell’ex Distilleria merita rispetto e riqualificazione che con determinazione si continua ad affrontare.
 I diversi e numerosi pareri della Soprintendenza hanno allungato e complicato il destino di questo luogo storico e identitario della città, ma grazie all’impegno e sostegno di molti oggi è stata data una grande svolta. 
Adesso servirà un ultimo passo per il progetto esecutivo e l’appalto di due importanti opere per la nostra città e tutto il più ampio territorio.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here