Esplosione e crollo di una palazzina ad Andria: nessuna vittima, due feriti

Intervenuti anche Vigili del Fuoco di Barletta; Oggi messaggio del Sindaco Cascella a cittadinanza andriese

Nella corso della serata di ieri, intorno alle 20.45, l’esplosione di una bombola a gas utilizzata per il funzionamento di una stufa ha causato il crollo di una palazzina in via Teresita, ad Andria, una strada nei pressi del Palazzo di Città.

Provvidenziale è stato l’intervento di due passanti che, quasi immediatamente dopo il crollo, sono riusciti ad estrarre dalle macerie i due occupanti della palazzina al momento del crollo, Fedele Nesta, 64 anni, e Rosa Di Nanni, 75 anni, che non sono stati fortunatamente schiacciati dalle macerie e che, al momento del rinvenimento, erano perfettamente coscienti. Ancor più fortunati gli occupanti del secondo appartamento della palazzina, che al momento dell’incidente erano fuori casa.
I due feriti sono stati tempestivamente trasportati in ospedale: la signora Di Nanni non ha accusato gravi lesioni, solo qualche graffio, più gravi le condizioni di Fedele Nesta, che riporta ustioni gravi su tutto il corpo e che, a causa di queste, è stato trasferito presso l’ospedale di Brindisi.

Sul luogo, oltre a polizia municipale, carabinieri, guardia di finanza e polizia di stato, sono intervenute due squadre di Vigili del Fuoco di Barletta e una proveniente da Bari. Giunti sul posto, è stato accertata come la causa più probabile del crollo sia stata, come già anticipato, lo scoppio di una bombola che probabilmente alimentava la stufa a gas presente nell’appartamento del Nesta.

Da Barletta, oltre le due squadre di Vigili del Fuoco giunte in soccorso, arrivano anche le dichiarazioni del sindaco Pasquale Cascella che ha espresso la propria vicinanza al sindaco di Andria, Nicola Giorgino, a alla cittadinanza tutta del co-capoluogo.
“La città di Barletta, che ancora soffre per la tragica ferita di Via Roma, è solidalmente vicina alla comunità di Andria colpita dal crollo di una palazzina nella centrale via Teresita.
“Questi drammatici eventi debbono indurci non solo a sostenere il più rigoroso accertamento delle cause, ma anche a promuovere, coinvolgendo l’insieme delle Istituzioni e degli Enti competenti, rigorosi programmi di intervento per la messa in sicurezza degli edifici e per la rigenerazione e la valorizzazione dei nostri centri storici, vero e proprio patrimonio dell’identità storica e culturale del nostro comune territorio”.

Il sindaco Cascella ha altresì chiesto a Giorgino di rappresentare, a nome della cittadinanza di Barletta, l’augurio di pronta guarigione ai feriti e l’apprezzamento per lo straordinario impegno ai soccorritori e alle Forze dell’Ordine.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here