Sono servite 3 ore 7 minuti e 1 secondo a Teresa Lelario per concludere la Maratona di Valencia, gara internazionale che ha visto al via ventiduemila atleti provenienti da tutto il mondo, di cui duemila italiani, in quella che è una delle 10 maratona più partecipate e meglio organizzate.
 
Dicevamo 3 ore 7 minuti e 1 second0, un risultato fortemente cercato, voluto e arrivato dopo mesi di allenamenti di corsa e nuoto, un regime alimentare controllato, e silenzio… scelto per concentrarsi al meglio e per onorare nel miglior modo possibile la distanza regina. Già due settimane fa l’ottima prestazione sulla mezza maratona 1:28:50 in quel di Verona lasciava immaginare che qualcosa di importante sarebbe successo a Valencia e cosi è stato. Condotta di gara tranquilla, passaggi regolari, 30 km di gambe, 10 con il cuore e 2 non con le lacrime agli occhi, come di solito si conclude una maratona, ma con la consapevolezza di avercela fatta, di aver raggiunto il traguardo alla grande.
 
E in effetti il crono fatto registrare a Valencia colloca a tutti gli effetti Teresa tra le migliori maratonete italiane. Per gli amanti delle statistiche, la prestazione di ieri è la 30° assoluta in Italia, la 5° nella sua categoria. Nel giorno in cui torna alle gare Valeria Straneo, vice campionessa mondiale di maratona, la Puglia si mette in evidenza grazie alle gesta di Teresa Lelario, barlettana tesserata per Accademy Bari, che ha molto in comune con Valeria Straneo: la grande umiltà, la semplicità con la quale si rapporta agli altri e una costanza di risultati da far invidia: è stata l’unica donna a vincere 15 tappe consecutive del CorriPuglia su 16 partecipazioni, oltre che una delle poche donne a fare 2 maratona in 7 giorni passando da 3 ore e 20 minuti a 3ore e 15 minuti.
 
Nonostante tutto, e lo dice con grande orgoglio, lei è una mamma, lavoratrice e “un’amatore”, corre per passione, il suo lavoro non è la corsa. Di sicuro il risultato di ieri è un punto di passaggio nel percorso sportivo di Teresa, che dopo il meritato riposo, saprà dare il meglio di se per migliorarsi, restando comunque la donna semplice e determinata che tutti conoscono. 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here