Ecopneus: raccolta, trasporto e riciclo di pneumatici fuori uso

Al via le assegnazioni dei contratti aziendali per il triennio 2015-2017

infografica-Ecopneus

Quando un pneumatico non ha più le caratteristiche indispensabili per una prestazione sicura ed efficiente, neanche attraverso la ricostruzione, diventa “fuori uso” – ovvero un rifiuto – e viene inviato alla raccolta e recupero di cui, in base al DM 11/04/2011 n° 82, è in larga parte responsabile Ecopneus. l PFU può essere avviato ad un duplice percorso di recupero:recupero di materiale o recupero di energia.
Il 24 marzo 2014 si apriranno le registrazioni per le aziende interessate a collaborare con Ecopneus per le attività di micro-raccolta / raccolta / messa in riserva, frantumazione / granulazione e trasporto dei PFU o dei loro materiali derivati, per il triennio 2015-2017. Le gare saranno condotte con l’ausilio di un portale telematico di e-procurement la cui gestione sarà affidata ad un ente indipendente, al fine di garantire i necessari requisiti di parità di trattamento, non discriminazione e trasparenza.
Le aziende interessate possono registrarsi volontariamente e gratuitamente nell’Area Operatori del sito Ecopneus per poi essere ammesse, se in possesso dei requisiti richiesti, alle gare telematiche. Il 31 dicembre 2014 scadranno i contratti tra Ecopneus, principale responsabile della gestione dei PFU in Italia, e le aziende assegnatarie dei contratti di fornitura attualmente in essere. Il processo di registrazione delle aziende, prassi necessaria ed obbligatoria per accedere alle successive fasi della selezione e della gara telematica è un nodo nevralgico per l’intero funzionamento della organizzazione nazionale della società consortile. È in questa fase che Ecopneus entra in contatto con tutte le diverse centinaia di operatori della filiera, costruendo la base necessaria per la successiva selezione dei migliori operatori, sotto il profilo tecnico ed autorizzativo.
Ecopneus è un’associazione senza scopo di lucro creata dai principali produttori di pneumatici operanti in Italia in base all’art. 228 del Decreto Legislativo 152/2006, che obbliga produttori e importatori di pneumatici a provvedere alla gestione di un quantitativo di PFU pari in peso a quanto immesso nel mercato del ricambio l’anno solare precedente. I principali obiettivi sono: identificare tutti i punti della generazione del rifiuto-pneumatico, ottimizzare la parte logistica del sistema, garantire il processo di raccolta per alimentare tutti gli operatori, promuovere nuovi impieghi dei PFU, effettuare monitoraggio e rendicontazione

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteSgominata organizzazione criminale dedita alle rapine di tir: gli apprezzamenti del Prefetto
Articolo successivoIniziati dalla Provincia i lavori di ripristino della Strada Provinciale “delle Saline”
Giusy Del Salvatore
Giusy Del Salvatore è nata a Barletta nel 1987. Nella città pugliese porta avanti le sue attività di giornalista, blogger, copywriter, web marketing specialist e social media manager. Dopo la maturità classica conseguita presso il liceo classico “A. Casardi” di Barletta si è laureata in Editoria e Giornalismo presso l’Università degli studi di Bari. Successivamente ha frequentato il “First Master in Giornalismo", il master di “Formazione giornalistica ed editoriale”, il master in "Giornalismo Digitale" e il master in "Social Media e Digital Marketing". È appassionata di ecologia, salvaguardia animale/ambientale, poesia, letteratura, architettura, design, web e social media marketing. Ha iniziato a scrivere professionalmente occupandosi di cinema e spettacolo per la rivista Ecodelcinema mantenendo viva l'emozione della prima pubblicazione. È stata caposervizio del mensile ControStile, affrontando argomenti di ogni genere, realizzando interessanti interviste ed inchieste. Ha collaborato con il quotidiano d'informazione tecnologica HwGadget, con la rivista online LSD Magazine e con il settimanale TempoVissuto scrivendo articoli di approfondimento sociale. Nel 2012 con Aletti Editore ha pubblicato un libro di poesie intitolato "Chiamale come vuoi - Siamo solo poeti incompresi" riscuotendo discreto successo e vari apprezzamenti. Ha ricevuto molteplici premi e riconoscimenti in diversi concorsi poetici e letterari, pubblicando numerose poesie in antologie tematiche. Nel 2016 ha pubblicato la raccolta di poesie illustrate "Criptica come la Luna", edita da Alter Ego, finalista al Premio Carver 2016. È autrice dell’eco-blog Mela Verde News in cui e vengono trattati e approfonditi argomenti relativi alla sfera green. Attualmente è Direttore Responsabile di Barletta News e lavora come freelance per aziende e privati nell’ambito del web e social media marketing. In qualità di esperta coordina gli alunni del liceo scientifico Carlo Cafiero di Barletta nel progetto di alternanza scuola-lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here