Il comando logistico della Marina Militare ha autorizzato l’avviamento della bonifica bellica dei fondali del porto di Barletta, sta per compiersi un altro passo verso i lavori di dragaggio”. Ad annunciare il via delle operazioni di bonifica, previsto per la prossima settimana, è il Presidente della II commissione “Affari generali” e consigliere regionale Filippo Caracciolo.

“La verifica della presenza di ordigni bellici sui fondali – afferma Caracciolo– è un ulteriore passo in avanti verso la realizzazione dell’opera. Una volta terminata questa fase prenderà il via la caratterizzazione dei sedimenti da parte della ditta incaricata dei lavori, un’operazione che consisterà nel prelievo di 13 carote per l’espletamento del servizio di caratterizzazione dei fondali dell’imboccatura del porto”.

“I sedimenti prelevati dalla ditta e contestualmente anche dall’Arpa-prosegue Caracciolo– saranno esaminati e poi inviati all’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) che procederà al rilascio delle autorizzazioni utili a procedere verso la realizzazione di un’opera il cui iter è stato da me seguito sin dalle fasi iniziali e che incrementerà le potenzialità del porto di Barletta rendendolo in grado di ospitare imbarcazioni sino a 10.000 tonnellate”.

“Ultimati i lavori- conclude Caracciolo– il porto di Barletta diventerà infrastruttura vitale per l’economia cittadina, provinciale e dell’intera Puglia”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here