Doronzo (Lega): «No a cittadinanza a Barletta per Mimmo Lucano»

Mimmo Lucano

Doronzo (Lega Salvini): «No alla cittadinanza onoraria per Mimmo Lucano a Barletta»

«Si legge dalla stampa che Potere al Popolo di Barletta chiede la cittadinanza onoraria per Mimmo Lucano, sindaco di Riace. Ma Mimmo Lucano non è indagato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e illeciti nell’affidamento diretto del servizio di raccolta dei rifiuti? Un sindaco, ricoprendo una carica istituzionale non può, e non deve, fare disubbidienza civile. Non può andare in deroga alle leggi dello Stato». Così Francesco Doronzo, esponente della Lega Salvini Barletta (il secondo più suffragato alle scorse amministrative con la lista Lega Salvini) si dichiara contrario a tale richiesta: ora a Mimmo Lucano è stato sospeso il diritto di domicilio a Riace, dopo indagini accurate che prima l’hanno visto arrestato e poi messo ai domiciliari, poi revocati, e conferirgli la cittadinanza onoraria, secondo Doronzo, «sarebbe irrispettoso verso persone che l’hanno ricevuta perché si sono distinte particolarmente in qualcosa utile per tutta la comunità e da tutta la comunità riconosciuta come tale, nonché nei confronti delle forze dell’ordine che hanno svolto il loro dovere».

Conclude Doronzo: «Presenterò una richiesta al Presidente Vicario del consiglio comunale Flavio Basile affinché venga cassata tale richiesta, ennesima espressione di una sinistra distante dalle istanze di tutto il popolo – precisa l’esponente della Lega Salvini Barletta – c’è bisogno di concentrarsi di più sulla concreta creazione di posti di lavoro, di case e di sicurezza prima di investire tempo ed energie sulla gestione di audience per la creazione di finti martiri».

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here