Domenica in musica con Eugenio Prete e Ingrid Carbone

Il duo si esibirà in occasione del 30.mo Autunno Musicale dell’Associazione Curci

Brahms, Saint Saens e il virtuosismo di Dvorak, con incursioni in temi e materiale folclorico autentico di Bartok che attraverso le sue melodie popolari riesce a ricreare componimenti piacevoli, caratteristici nei ritmi, senza alcuna manipolazione accademica.Saranno queste melodie popolari a riempire di emozioni la serata per questo atteso appuntamento del ricchissimo Cartellone dell’Autunno Musicale dell’Associazione Cultura e Musica “G. Curci”.
Due i ciceroni di grande prestigio che ci accompagneranno in questo affascinante viaggio tra ritmi della musica nazionale céca della seconda metà dell’ottocento dove vengono esaltati gli aspetti popolareschi e contadini della propria terra, attraverso una pagina esuberante e suggestiva e fresca di un Brahms libero da eccessive preoccupazioni di rigore stilistico e compositivo, tra una Danza Macabra del grande Saint Saens che ricorda la Farandola, una danza a catena tipica della provenza e riporta alla mente il memento mori di tradizione medievale, fino al coinvolgimento totale nei ritmi popolari della tradizione magiara e rumena delle famosissime danze di Bartok e Brahms, il violinista Eugenio Prete e la pianista Ingrid Carbone.
Così domenica 12 settembre presso la Chiesa di Sant’Antonio alle ore 18,30, godremo di un nuovo e coinvolgente spettacolo, dopo il grandioso successo del gruppo Mimmo Epifani & Epifani Barbers che ha coinvolto in maniera totale il numerosissimo pubblico che ha riempito per l’occasione la bellissima chiesa di Sant’Antonio, con un coinvolgimento totale, con ovazioni e applausi a scena aperta e bis a grande richiesta. Il violinista Eugenio Prete, è un virtuoso del suo strumento e molti sono i successi che fino ad oggi ha riscontrato durante i suoi concerti. Nato a Cosenza, si è diplomato in violino sotto la guida del M° M. Tortorelli e ha proseguito la sua formazione con il M° G. Moench. Nel 1997 ha frequentato il corso A.F.O.S della Fondazione Toscanini di Parma tenuto dal M° P.Vernikov. Nel 1998 è stato selezionato per il corso di alto perfezionamento d’orchestra dell’Accademica Filarmonica della Scala di Milano sotto la guida del M° R. Muti e delle prime parti dell’ “Orchestra del Teatro Alla Scala”. Nell’anno seguente entra a far parte dell’orchestra “Accademia filarmonica della Scala” diretta dai maestri Muti, Temirkanov, Sinopoli, Fasolis, Gelmetti. Ha collaborato fino al 2001 con l’orchestra Philarmonia Mediterranea nelle stagioni liriche e sinfoniche del teatro Rendano di Cosenza. In varie formazioni da camera ha suonato in importanti stagioni concertistiche. Attivo come organizzatore di eventi e concorsi, si è laureato in Filosofia presso l’Università della Calabria e si è specializzato in Musicoterapia a Padova. Suona in duo con Ingrid Carbone dal 2007.Dal 2003 è docente di strumento nelle scuole medie ad indirizzo musicale.
Ad accompagnarlo al pianoforte,Ingrid Carbone, eccellente solista e accompagnatore virtuosistico al pianoforte, nata a Cosenza, diplomatasi in pianoforte a pieni voti all’età di 19 anni sotto la guida del m° F. Monopoli presso il Conservatorio di Musica “S. Giacomantonio” a Cosenza , dove ha studiato anche Composizione. Perfezionatasi con S. Cafaro all’Accademia Musicale Pescarese, con H. Pell presso l’Accademia Curci di Barletta, conseguendo il Diploma d’Onore al termine di un corso biennale Internazionale di Perfezionamento pianistico, con A. delle Vigne a Bruxelles e al Mozarteum di Salisgurgo, con E. Ogando a Roma e con L. Berman a Firenze. Attualmente si sta perfezionando con C. Burato. Vincitrice del Concorso “Città di Barletta” e di altri importanti Concorsi Nazionali ed Internazionali, ha suonato in Italia, in Germania e in Austria sia come solista che in formazioni da camera. Svolge attività concertistica da solista e in duo dal 2007 con il violinista Eugenio Prete. Il suo repertorio solistico spazia dai clavicembalisti a tutto il ‘900, con una forte predilezione per il periodo romantico. Ha fatto parte delle commissioni per il conseguimento del Diploma di Pianoforte presso il Conservatorio “Piccinni” di Bari, e della giuria del concorso pianistico internazionale “Mauro Paolo Monopoli”.

Contemporaneamente allo studio del pianoforte, si è dedicata allo studio della Matematica, laureandosi a 21 anni con il massimo dei voti e la lode all’Università della Calabria. A 27 anni ha vinto il concorso per ricercatore all’Università degli Studi di Bari. Dal 2001 svolge la sua attività didattica e di ricerca all’Università della Calabria . Autrice di diversi articoli scientifici pubblicati su riviste internazionali, viene invitata regolarmente a tenere seminari, in convegni nazionali e internazionali.

Particolarmente coinvolgente il programma dal titolo “Suoni e Danze Gitani”

che prevede l’esecuzione di vari brani tra i più noti e altamente impegnativi del repertorio violinistico

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here