La Commissione Consiliare Statutaria Speciale “Controllo e Garanzia” presenta una domanda di attualità sulla questione di Via dei Muratori

La Commissione Consiliare Statutaria Speciale “Controllo e Garanzia” del Comune di Barletta ha approvato e presentato al Sindaco una Domanda di Attualità ai sensi dell’art. 62 del Regolamento di Consiglio Comunale avente come titolo Via dei Muratori – “Variante PRG per la zona merceologica artigianale”.

La domanda di attualità sottoscritta dal Presidente Ruggiero Marzocca e dai componenti Pasquale Ventura, Grazia Dasario e Carmine Doronzo è il frutto del lavoro della Commissione che in questi anni si è occupata della questione.

La predetta domanda di attualità viene ripresentata a seguito della mancata risposta del Sindaco e di questa Amministrazione Comunale nel Consiglio Comunale del 22-12-2017.

Infatti, la Commissione Consiliare Statutaria Speciale “Controllo e Garanzia”, sin dal 2015, si sta occupando della questione delle varianti di PRG alla via dei Muratori, in seguito al diretto interesse del Sindaco Pasquale Cascella (prot. 34343 del 1 luglio 2015) in seguito ad una istanza dello stesso Musti Cataldo (prot. 33824 del 30 giugno 2015) inviata ai Componenti della Commissione Consiliare Speciale “Controllo e Garanzia”, al Sindaco, al Presidente del Consiglio comunale, al Segretario Generale, all’Assessore per le Politiche del Territorio ed ai Capigruppo consiliari, di pari oggetto: “Se la suddetta variante ’79, ha richiesto -62 mesi-, per adempiere alle procedure previste dalla legge (Iter completo: DCC n. 908/74, DGM n. 1113/76; DCC n. 551/76, DGR n. 8614/79); come è stato possibile modificare lo stesso tracciato della strada di via dei Muratori approvato dalle Regione Puglia con delibera di Giunta regionale n. 8614 del 21/12/1979, in solo “4 mesi”, non rispettando il principio del “contrarius actus”, ovvero, le stesse procedure seguite per la suddetta variante ’79?”.

Sulla questione di via dei Muratori vi è stata la relazione del Commissario ad Acta dott. Giovanna LABATE (prot. 6346 del 12/09/2017), pubblicata sul sito comunale in Amministrazione Trasparente il 13/09/2017, con il titolo “Variante PRG per la zona merceologica artigianale”, in seguito a ben 4 sentenze TAR, Bari, tutte passate in giudicato.

Nella domanda di attualità si evidenzia che, a pag. 2 della stessa relazione, in riferimento alla variante in oggetto, si legge: “…Con riguardo al punto 5.3.1. la suddetta sentenza, relativamente alla Delibera C.C. di Barletta n 415/80 “smarrita”, dà disposizione al Commissario ad acta – di procedere ad ogni ulteriore indispensabile verifica…”.

Inoltre, che, dopo le verifiche compiute da Commissario ad Acta e riportata nella stessa relazione è emerso quanto riportato alla pag. 4 della stessa relazione: “…La mancata pubblicazione del provvedimento in questione, unitamente al mancato completamento dell’iter procedimentale necessario per assicurare validità ed efficacia della delibera comunale di variante al PRG – assente anche la prescritta approvazione da parte della Giunta regionale – consente di ritenere, sia pure adottato dal C.C. di Barletta, assolutamente improduttivo di effetti”.

Pertanto con la ridetta domanda di attualità la Commissione Consiliare “Controllo e Garanzia” chiede di sapere ed avere una risposta sulle seguenti domande.

  1. Che ne sarà degli atti amministrativi rilasciati sulla base della variante al P.R.G. adottata con D.C.C. n. 415/80, mai approvata dalla Regione Puglia, quindi: “… assolutamente improduttivo di effetti …”, così come indicato dal Commissario ad Acta nella sua relazione (prot. 6346 del 12/09/2017) sopra richiamata? .
  2. Perché, in seguito ad istanza del 2015 di un cittadino, non ha provveduto l’Amministrazione a: “… procedere ad ogni ulteriore indispensabile verifica…” così come indicato dal Commissario ad Acta nella sua relazione (prot. 6346 del 12/09/2017) sopra richiamata?.
  3. Perché il Comune di Barletta non ha rispettato le regole, ovvero, non ha inviato la variante ‘80 in Regione Puglia per la sua approvazione?.
  4. Perché il Comune di Barletta non ha concesso gli accessi di cui sopra con il conseguente danno erariale?.

In conclusione, Il Presidente Ruggiero Marzocca sottolinea che la Commissione con questa domanda di attualità vuole dare il proprio contributo al fine di trovare una soluzione definitiva alla questione di Via dei Muratori, oggetto di diverse sentenze del Tribunale Amministrativo Regionale, e soprattutto nell’ottica di un miglioramento della viabilità nella ridetta zona nell’esclusivo interesse della città.

domanda di attualita CCS Controllo e Garanzia

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here