La Disfida di Barletta rientra nella programmazione degli eventi della Puglia con un co-finanziamento triennale della Regione

Fondazione

Il Comune di Barletta si è classificato al terzo posto, ma primo Ente pubblico, nella graduatoria regionale del bando pubblico per le attività culturali nell’ambito degli eventi e rassegne, ottenendo 168.000 euro di co-finanziamento per il triennio, che può anche apparire limitato ma consentirà di rilanciare i progetti già in essere e favorire l’imprenditoria culturale attraverso il perfezionamento degli accordi di partenariato nella costituenda ATS (Associazione Temporanea di Scopo) tra il Comune di Barletta, in qualità di capofila, l’Agenzia per l’occupazione e lo sviluppo dell’area Nord-Barese Ofantina soc. consortile a.r.l., e la società  Dida.Art., con l’attiva cooperazione di associazioni culturali e di categoria, enti pubblici, testate giornalistiche e radiofoniche, istituti scolastici, fondazioni cinematografiche e centri di studio. L’offerta culturale della città Barletta potrà avvalersi anche dei finanziamenti per i progetti dei “Dialoghi i di Trani” e della “Puglia Circuito del contemporaneo”, che il Comune ha sostenuto nell’ambito del partenariato istituzionale.

L’attesa notizia è giunta in occasione della giornata conclusiva delle celebrazioni del 515° anniversario della storica ricorrenza della Disfida il cui programma aveva già incluso manifestazioni facenti parte proprio del progetto candidato: dall’esposizione  “Il mondo del cavaliere. Armi, Armature e Finimenti della Collezione Cafiero”, allestita a cura di Dida.Art. nella Cantina della Sfida (e prorogata in considerazione del successo riscontrato), al convegno internazione di studi “La coscienza del presente e la percezione del mutamento. La Disfida di Barletta e la fine nel Regno” promosso con la collaborazione scientifica del Centro Europeo di Studi su Umanesimo e Rinascimento Aragonese (CESURA), sino allo spettacolo teatrale sull’epica dell’evento d’arme condotto da Sebastiano Somma al Teatro Curci, nell’ambito del quale sono stati premiati i “Cavalieri della Disfida”, per finire con la consegna dei riconoscimenti ai ragazzi delle scuole cittadine, del più vasto ambito territoriale e delle altre città dei cavalieri partecipanti al concorso “Le nostre sfide”.

“E’ un risultato significativo – ha affermato il sindaco Pasquale Cascella – che premia un progetto riconosciuto di qualità, consolida esperienze già avviate e consente di crearne di nuove. La Disfida potrà diventare, se sostenuta da scelte innovative come la istituenda Fondazione di partecipazione, sempre più un attrattore culturale per l’intero anno, fungendo da volano per lo sviluppo e l’economia della città: anche questa può considerarsi una sfida con cui misurarsi con consapevolezza e passione”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here