Quella che sta per cominciare a Barletta sarà una tre giorni dedicata alla Disfida e agli eventi che, da domani a sabato prossimo, 30 giugno, concluderanno le iniziative legate allo storico scontro del 1503 fra i 13 cavalieri italiani e i 13 cavalieri francesi, prima della rievocazione prevista per settembre.

É questo il motivo per cui gli organizzatori, Comune di Barletta, Patto Territoriale nord barese Ofantino e Dida.Art, hanno voluto chiamare questa tre giorni “Anteprima”.

Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato il sindaco di Barletta, Cosimo  Cannito, la dirigente del settore Beni e Servizi culturali del comune di Barletta, Santa Scommegna, il direttore del Patto Territoriale NBO, Marco Barone, e Ester De Rosa responsabile di Dida.Art, oltre alla professoressa Giulia Perrino dell’Università di Bari.

Il programma rientra fra le attività finanziate dalla Regione Puglia, nell’ambito dell’Avviso pubblico per le iniziative progettuali riguardanti le attività culturali del triennio 2017-2019 (Fondo di sviluppo e coesione 2014-2020, area di intervento “Turismo e cultura e valorizzazione delle risorse naturali”). A tale bando il Comune di Barletta ha partecipato come soggetto capofila di una ATS, Associazione Temporanea di Scopo, insieme al Patto Territoriale e alla Dida.Art.

Si comincia domani alle 18, nella Cantina della Sfida, con la presentazione del progetto di valorizzazione di quel luogo, mentre alle 21 nel piazzale Don Tonino Bello, saranno proiettati un cortometraggio sulla Disfida, a cura del Fiof, e il film di Pasquale Festa Campanile, “Soldato di Ventura”.

Venerdì 29 la proiezione sarà replicata in via San Donato, alle 21, mentre alle 19 si svolgerà un percorso rievocato – emotivo dedicato alla Disfida che parte da Villa Bonelli.

Sabato 30 giugno, in diretta streaming dal teatro “Curci”, si potrà seguire ovunque, collegati a internet, l’evento Eroe/antieroe, dedicato a Ettore Fieramosca e ai suoi cavalieri. Si tratta di un momento recitativo che avrà come quinta il prezioso fondale di Gianbattista Calò.

Alle 19.30, invece, in piazza della Sfida, lo stesso filo conduttore sarà declinato nel raffronto fra cavalieri cinquecenteschi ed eroi moderni, come gli Avengers, eroi creati per il mondo dei fumetti, con lo scopo di reinterpretare il mito con spirito di contemporaneità.

Oltre a presentare il programma ci si è soffermati sui progetti futuri per la Disfida, sulle sorti della Fondazione e la necessità di coinvolgere soggetti pubblici e privati, nonché sulla possibilità di stringere un partenariato con il Centro sperimentale di cinematografia nazionale. Obiettivo di quest’ultima collaborazione è riuscire a trovare un film muto dedicato alla Disfida, di cui è emersa traccia nell’ambito di un convegno organizzato dal Centro Studi Normanno Svevi.

“La mia idea è quella di anticipare ad agosto, nel momento di maggiori presenze in città, gli eventi legati alla rievocazione della Disfida e lavoreremo perché dal prossimo anno sia così. Per questa edizione i tempi, troppo ristretti, non ci consentono margini di anticipazione”, ha detto il sindaco Cosimo Cannito.

“Ringrazio il Patto Territoriale nord barese Ofantino per il supporto organizzativo e Dida.Art, società che riempie di storia e conoscenze i nostri progetti e i nostri beni culturali, valorizzandoli, a cominciare dalla Cantina della Sfida, oltre alla professoressa Giulia Perrino”, ha aggiunto il sindaco.

“Nei prossimi tre giorni ci saranno proiezioni, visite guidate, letture e anche una sperimentazione che metterà insieme il teatro e le nuove tecnologie da una parte, ed Ettore Fieramosca e i suoi cavalieri con gli eroi dei fumetti, gli Avengers, dall’altra. Si tratta di una programmazione interessante, ricca e originale – ha concluso Cannito – e spero che la cittadinanza la viva con partecipazione e la apprezzi”.

Il programma

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here