‘Dialoghi di Trani’, Capone: “Evento che genera animazione nella cultura”

“Ci sono molti motivi per cui apprezziamo questa manifestazione. Fondamentalmente è un evento che genera animazione nella cultura. Animare la cultura nei luoghi significa farla diventare un fatto di comunità. Non ci sono progetti veramente validi se non sono legati alla comunità cui appartengono o da cui nascono. Tutto ciò che punta a legare la comunità e a coinvolgere i cittadini noi dobbiamo sostenerlo, ringraziare ed enfatizzare perché evidentemente riesce a stimolare il confronto indispensabile anche dal basso. La lettura, nello specifico,  va animata, sollecitando la partecipazione di target diversi proprio come fanno i Dialoghi che passano dalla economia alla filosofia, dalla politica alla matematica, attraverso un confronto ricco di opportunità”.

Così l’assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia Loredana Capone intervenuta questa mattina alla conferenza stampa di presentazione della 16esima edizione dei Dialoghi di Trani, in programma dal 20 al 24 settembre per interrogarsi “se e come la bellezza salverà il mondo”.  I Dialoghi sulla Bellezza quest’anno attraverseranno i luoghi più belli di Trani, Bisceglie, Barletta, Corato e Andria.

“Un altro elemento importante per noi – ha continuato la Capone – e parlo anche a nome del Presidente Emiliano, è che questo evento si svolga a settembre. Agosto è un mese veramente congestionato. Svolgere una manifestazione così importante e conosciuta a settembre significa destagionalizzare e allungare il periodo della stagione turistica, sotto il profilo della cultura, in Puglia”.

Per la Capone poi, “un terzo elemento è quello del collegamento con i luoghi rispetto alla scienza, rispetto ai libri. Noi abbiamo utilizzato tutte le forme di promozione, dal cinema alla ricerca, alla letteratura e alla cultura in genere perché riteniamo che l’appeal della nostra regione non sia definibile in un unico percorso, ma sia proprio riconducibile a questo mix di offerta che la Puglia realizza, Puglia che oggi è vista come un’ambizione, come un sogno. E in questo mix risiede anche la capacità di attrarre culturalmente”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here