Direzione Generale ASL/Bt da Andria a Trani. Di Bari: “Perché questa scelta?”

Barlettanews- Di Bari

È assordante il silenzio del Sindaco di Andria Nicola Giorgino e del consigliere regionale e comunale Nino Marmo in merito all’ipotesi del trasferimento della sede della Direzione Generale della ASL/Bt da Andria a Trani”. Lo dichiara la consigliera del M5S Grazia Di Bari che già nei giorni scorsi ha manifestato le sue perplessità riguardo al possibile trasferimento e chiesto chiarimenti in merito al direttore del Dipartimento Politiche della Salute dott. Ruscitti.


Quali sono i motivi di questa scelta? In primis – continua la consigliera pentastellata Di Bari-  mi chiedo: che senso avrebbe spostare la sede da un edificio divenuto di  proprietà della Asl/Bt dopo una lunga trattativa con il Comune di Andria e che pertanto non comporta esborsi per alcun affitto? E non mi convince neanche la  spiegazione data dal direttore generale della Asl/BT avv. Alessandro Delle Donne, secondo cui questa scelta sarebbe dettata dalla poca sicurezza del quartiere dove oggi è ubicata la direzione generale. Ritengo invece che sarebbe stata auspicabile una richiesta di potenziamento delle forze dell’ordine, utile non solo ai dipendenti della Asl ma all’intero quartiere. Trovo inaccettabile  – incalza Di Bari –  il silenzio del  Sindaco Giorgino rispetto alla sottrazione di altri uffici al comune di Andria, ancora  più assordante se si pensa che nessuna parola è stata spesa per lo smantellamento dei reparti del Bonomo. Nessuna dichiarazione in merito neanche dal consigliere regionale e comunale Nino Marmo. Forse tutti e due sono occupati  per la costruzione del nuovo ospedale che avverrà (se tutto va bene) tra qualche decina di anni? E che dire delle dichiarazioni del consigliere regionale Zinni? Sembra che non sia conoscenza di quanto il consigliere regionale tranese Santorsola sta cercando di fare. Il dubbio è che nonostante facciano parte della stessa maggioranza non parlino tra loro. Di sicuro non è questo il modo di governare la Puglia“.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here