Dino Delvecchio: “Lo storico legame che unisce Barletta al suo porto rappresenta un motivo in più per farlo diventare fulcro propulsore delle attività economiche. Non c’è più tempo da perdere: la nostra città ha tutte le potenzialità per poter tornare a rappresentare un’eccellenza in settori che da sempre l’hanno contraddistinta per produttività e innovazione. Ecco perché occorre sfruttare al meglio ogni opportunità.

Prima fra tutte, quella offerta dalle Zone economiche speciali (ZES) che vedono proprio Barletta (nell’ambito della Zes Adriatica) protagonista di rilievo per la crescita economica del nostro territorio. E’ fondamentale cogliere e utilizzare al meglio le agevolazioni fiscali e le semplificazioni a vantaggio delle aziende previste da questa importante strategia regionale. In quest’ottica bisogna coinvolgere attivamente tutti gli operatori del settore, affinché si possano individuare le azioni da mettere in campo sinergicamente senza mai dimenticare l’importanza della realizzazione di infrastrutture di cui l’area necessita. E, siccome fare economia vuol dire anche favorire la gestione burocratica, sarà essenziale creare uno sportello comunale appositamente dedicato alla Zes di Barletta dove sarà possibile rivolgersi per ogni esigenza connessa. Da qui si può e si deve ripartire”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here