Delvecchio: “Barletta deve essere la ‘Città della Disfida’ tutto l’anno”

Delvecchio

La Disfida di Barletta deve tornare a rappresentare uno degli elementi caratterizzanti della città. Non si tratta solo della rievocazione dello storico evento, ma di un circuito che deve attivarsi favorendo turismo, cultura ed economia. Non è più pensabile che solo nei mesi di febbraio e di settembre si debba prestare attenzione alla celebre battaglia: occorre fare in modo che i luoghi simbolo della Disfida – dalla Cantina, alla piazzetta antistante che ospita il celebre “Tempietto”, sino ai locali dove tradizionalmente vengono conservati gli abiti d’epoca – possano rivivere in un percorso che attragga turisti e visitatori ogni giorno dell’anno. Per valorizzare pienamente questo importante patrimonio Barletta dovrà gestire al meglio il co-finanziamento triennale di 168.000 euro ottenuto dal bando pubblico regionale per le attività culturali nell’ambito degli eventi e delle rassegne. Si potranno così consolidare le esperienze già avviate e favorirne di nuove puntando sull’imprenditoria culturale che deve necessariamente vedere l’attiva cooperazione di associazioni, enti pubblici, centri di studio e, perché no, delle scuole. La città sarà così artefice e protagonista di una ‘sfida’ che può ben vincere.

Dino Delvecchio

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here