Dare vita alle Consulte, Istituti di Partecipazione attiva

Presso la sala riunioni del Comando di Polizia Municipale di Barletta la Commissione Affari Generali ed Istituzionali, Annona, Sicurezza e Legalità ha incontrato i rappresentanti del mondo imprenditoriale ed associativo al fine di discutere dell’istituzione, anche nella nostra città, delle  Consulte comunali, istituti di partecipazione attiva dei cittadini.

Ai sensi dell’art. 69 dello Statuto comunale, al fine di promuovere la partecipazione all’amministrazione locale, il Consiglio Comunale ha la facoltà di istituire le Consulte, particolari organismi previsti dal TUEL che garantiscono la partecipazione sia singola che collettiva dei cittadini ai processi decisionali utili alla crescita economica, sociale e culturale della  propria comunità.

La bozza del “regolamento degli istituti di partecipazione”, ritualmente pubblicata nell’albo pretorio informatico, è stata oggetto di osservazioni e/o memorie dall’ 11 al 25 Febbraio. Scaduto tale termine, il passo successivo sarà la discussione, la eventuale integrazione, e la definitiva approvazione in Consiglio Comunale.

Molte sono state le osservazioni pervenute per la definitiva convalida della Bozza di regolamento, come ad esempio la proposta di istituire una Consulta per la cultura.

La commissione comunale ha deciso di individuare sette consulte comunali, al fine di dare soprattutto ai giovani la possibilità di essere protagonisti del futuro della nostra città. Esemplari le parole del consigliere comunale, Cosimo Damiano Bruno : “ Gli imprenditori e i rappresentanti delle associazioni nonché i cittadini, devono marciare uniti per una nuova stagione dei diritti”.

In tal senso, tali forme associative possono e debbono essere un momento di consultazione e di verifica dei bisogni “veri” della cittadinanza.

 

Invalid Displayed Gallery

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteGli auguri del Sindaco al professor Ugo Villani
Articolo successivoIl bilancio della XXV Giornata Internazionale della guida turistica è positivo
31 anni, nata in Colombia ma barlettana d’adozione, appassionata di comunicazione in tutte le sue forme, ha fatto delle sue scelte universitarie il suo indirizzo di vita. Consegue la laurea specialistica in “Editoria e giornalismo” con tesi sul Citizen journalism . Partecipa ai master in Marketing, Comunicazione e Digital Strategy e al Master Universitario in Traduzione Letteraria e Tecnico-Scientifica – MUTLT. Ha scritto per : Il Tacco d’Italia, Forza Roma e As Sport. Traduttrice di articoli riguardanti l’economia, la comunicazione, la medicina, l’ambiente e la manualistica, attualmente lavora come mediatrice linguistica interculturale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here