Damiani: non siano aumentate le tasse nel bilancio di previsione 2014

“Siamo stati facili profeti, nostro malgrado, quando ad inizio d’anno, commentando la prima intervista carica di buoni propositi rilasciata a gennaio dal sindaco Cascella, evidenziammo che poco o nulla di quanto promesso sarebbe stato mantenuto – così esordisce Dario Damiani, Capogruppo Consiliare di Forza Italia – Il primo cittadino all’epoca garantiva che “entro i primi tre mesi” sarebbero stati approvati “contestualmente, il consuntivo e il previsionale”: la realtà, purtroppo, racconta un’altra storia, poiché siamo a luglio e, nonostante l’imminente scadenza del termine, non vi sono in merito idee, proposte, discussioni, confronti”.

“Superato abbondantemente il primo semestre dell’anno con una gestione finanziaria in dodicesimi, possiamo affermare senza tema di smentita che anche quest’Amministrazione entra di diritto nel novero delle esperienze negative che il centrosinistra ha “regalato” alla città negli ultimi venti anni. Cambiamento, discontinuità, rinascita: solo slogan elettorali, incapaci di concretizzarsi in atti amministrativi realmente incisivi ed efficaci”.

“Quando il bilancio di previsione 2014, che ormai sarà tale solo di nome, approderà sul tavolo politico del confronto, su due questioni saremo intransigenti: NO all’aumento della pressione fiscale sui cittadini contribuenti e NO al pagamento di Tasi e Tari da parte dei residenti nella nuova zona 167, per i quali sarebbe iniquo e paradossale dover versare tasse a fronte di servizi inesistenti come l’illuminazione pubblica o la manutenzione stradale”.

“Stare dalla parte dei cittadini che chiedono risposte – conclude il consigliere Damiani – ecco la vera discontinuità col passato: non solo si può, si deve!

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here