Manifestazione in onore di Leontine De Nittis- intervista ad Antonella Larosa

Nell’ambito dell’implementazione del servizio di informazione e accoglienza turistica, voluto dalla Regione Puglia e dal Comune di Barletta, domenica 13 agosto, all’esterno dell’ufficio di Info Point in Corso Garibaldi, 202, l’Associazione Culturale Centro Turistico Giovanile “Gruppo Léontine”, presente sul territorio da trent’anni, ha ideato e organizzato questo evento di promozione turistica in onore di Léontine Lucile Gruvelle.

Le cinque associazioni che da tempo si confrontano, hanno deciso di unirsi e presentare un progetto unico: Archeobarletta (che in questa circostanza si è prestata per essere l’associazione capofila di riferimento), il Centro Turistico Giovanile Gruppo Leontine, Aufidus Associazione di informazione turistica, DiDa e Guide turistiche Conf Bat.

Una serata dedicata a Léontine, una donazione generosa da parte del CTG Gruppo Leontine, al fine di pubblicizzare la visita all’elegante Museo Pinacoteca “Casa De Nittis”, che custodisce la preziosa collezione presso Palazzo Della Marra in Via Cialdini a Barletta e di far avvicinare cittadini e turisti, alle bellezze artistiche ed enogastronomiche del nostro territorio.

Léontine, moglie francese del noto pittore realista Giuseppe De Nittis, nato a Barletta il 25 febbraio 1846, dopo la prematura morte dell’amato coniuge il 21 agosto 1884, ha preferito non vendere le opere dell’artista, decidendo nel 1912 di istituire un legato testamentario in favore della Municipalità di Barletta che, secondo lei, avrebbe potuto onorare al meglio la memoria di suo marito.

Titine, diminutivo con cui la chiamava suo marito, fu un punto di riferimento per il nostro pittore fin dal loro primo incontro nell’ottobre del 1868 a Parigi. Si sono sposati il 29 aprile 1869 e iniziarono un sodalizio profondo e duraturo.

Lei fu sua “compagna, amica, modella”, così come si legge nel Taccuino, ossia il libro “Notes et souvenirs” di Giuseppe De Nittis – Diario 1870-1884, attribuito alla stessa Léontine e pubblicato a Parigi nel 1895.

Antonella Edvige Larosa, presidente del CTG Léontine, dopo aver vivacizzato l’info point insieme al suo team, ha gentilmente risposto ad alcune curiosità di Barletta News:

Buonasera Antonella si ritiene soddisfatta della manifestazione?

“La serata è riuscita molto bene e io sono molto soddisfatta del risultato raggiunto. La gente ha ascoltato con interesse la mia presentazione su Léontine, persona lungimirante e generosa e ha gradito molto le degustazioni gratuite offerte dai diversi sponsor che hanno contribuito alla riuscita dell’evento.” 

Tramite questi eventi, ha riscontrato risposta da parte del turismo?

“Come Associazione culturale storica della città e come guida turistica abilitata dalla regione Puglia, ho avuto modo di assistere ad un netto incremento dell’interesse per l’arte e la cultura a Barletta, Trani, Castel del Monte in questi ultimi due anni soprattutto. Certo Barletta dovrebbe essere più sostenuta e promossa perché offre tante bellezze non ancora adeguatamente valorizzate.”

Come mai avete pensato di rendere protagonista della serata Léontine Lucile Gruvelle?

“Léontine è per me un esempio da seguire, per i cittadini e per tutti: ha donato i quadri del marito alla sua città natale, pur vivendo di stenti a Parigi per trenta anni dopo la prematura morte del pittore. Ha anteposto un ideale ai suoi bisogni primari ed è un esempio da seguire.”

Pensa di organizzare altri incontri al fine d’incentivare il turismo?

“Noi collaboriamo costantemente con il Comune e con l’Assessore al Turismo Gammarota che ci stima molto e apprezza la nostra serietà, insieme al settore Beni Cuturali, dirigente Santa Scommegna.Svolgiamo anche servizio di volontariato e organizziamo visite guidate gratuite in particolari circostanze, come le giornate europee del patrimonio e di recente all’evento “Le tre Giornate di Porta Marina”, organizzato dall’Associazione Arteidee in piazza Marina il 28-29-30 luglio. È stato un vero successo tra musica dal vivo, mostra fotografica, visite guidate e degustazioni. Il nostro gruppo ha ben 7 guide abilitate e svolge visite guidate per scolaresche e gruppi privati, sia nella Bat che in tutta la Puglia.”

Quali iniziative hanno contraddistinto il CTG nel corso di questi anni?

Il Ctg è un’Associazione a livello Nazionale, con sede principale a Roma e ben ramificata su tutto il territorio, con gruppi e case vacanze. Valorizza il turismo sostenibile, lo stare insieme, la cultura e lo sport. Organizza ogni anno a maggio la manifestazione “Giç Madonnari”, in cui i bambini sono liberi di disegnare sull’asfalto di C.so Garibaldi e fino a due anni fa, anche la sfilata di carnevale a febbraio in collaborazione con le scuole. Progetta corsi e lezioni di valorizzazione e approfondimento dei beni culturali locali e dei dintorni, con viaggi e gite per i soci, per conoscere le bellezze della nostra Italia. Quest’anno il nostro gruppo conta ben 120 iscritti.”

 Grazie per la sua disponibilità.

 

 

 

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here