Martedì, 24 Novembre 2020
ad

Inghilterra, le offerte di lavoro sono scese del 45% a giugno

Nel Regno Unito le offerte di lavoro nel settore professionale sono diminuite di oltre il 45% rispetto al mese di maggio. Le assunzione per i lavori stagioni sono ancora influenzate dai problemi legati al Covid-19.

Inghilterra, le offerte di lavoro sono scese del 45% a giugno
Inghilterra, le offerte di lavoro sono scese del 45% a giugno

Secondo una recente ricerca condotta dall’Association of Professional Staffing Companies (APSCo), l’associazione di categoria delle aziende che si occupano del reclutamento di personale, anche il mese di giugno si è chiuso fortemente in rosso.

I dati, forniti dall’azienda specializzata in business intelligence Vacancysoft, hanno rilevato che le assunzione – che sono state fortemente influenzate in negativo nel primo trimestre del 2020 – continuano ad essere molto minori. Con l’entrata in vigore delle restrizioni sui viaggi, i volumi del 2° trimestre sono calati del 69% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Londra una delle città mene colpite

Le statistiche indicano chiaramente che il calo delle assunzioni è stato più marcato nelle zone limitrofe alle città. Londra ad esempio, ha visto assestarsi la sua diminuzione di richieste di assunzione del 39,8% su base annua. In confronto, l’East Midlands ha avuto il maggior calo di richieste di assunzione per attività lavorative con un calo del 57,2%. Il Sud Est del Regno Unito, anch’esso colpito molto duramente, ha registrato un calo che si è assestato al 49% su base annua.

La domanda di professionisti IT dominano le assunzione nel Regno Unito

Mentre le assunzione nel settore IT sono diminuite del 37% rispetto all’anno precedente, rimangono il settore lavorativo più richiesto nel Regno Unito con il 31,5% della domanda. Sono sempre più le aziende che si mettono alla ricerca di personale specializzato per dare supporto per le infrastrutture IT, nel campo dei social media marketing e nel posizionamento per i motori di ricerca.

Nonostante tutte le professioni hanno registrato un calo nelle assunzioni, il settore bancario nel Regno Unito è quello che ha subito meno questa situazione. Il calo di richieste per posti di lavoro è calata di solo il 28% rispetto all’anno precedente. Questo, a dimostrazione del continuo bisogno di competenze finanziarie in tutte le attività del Regno Unito, anche se i budget sono stati enormemente influenzati dal Covid-19.

Ogni azienda o settore aziendale è diverso, quindi è sempre un problema stilare una statistica e una serie di dati che si possono adattare alla perfezione al settore in esame. In molti casi, se si analizzano al meglio le aziende presenti in uno o più settori, si può notare che i cali per posti di lavoro o piccoli lavoretti sono decisamente inferiori.

La fine di questa situazione non sembra molto vicina, e proprio per questo è bene cercare di pianificare un piano di ammortamento delle spese a lungo termine. Mentre si entra nel pieno della stagione estiva, e il numero di aziende che cominciano ad aprire le loro porte a nuove assunzione, si spera di vedere sempre più diminuire il numero delle persone disoccupate in Inghilterra.

Notizie più lette

Error: No articles to display