Martedì, 26 Gennaio 2021
ad

Barletta, polemiche per le luminarie e i buoni spesa

Non si placano le polemiche per le luminarie volute dal consiglio comunale. Il sindaco Cosimo Cannito rimanda le polemiche ai mittenti e dice la sua sui buoni spesa per chi è in difficoltà.

Barletta, polemiche per le luminarie e i buoni spesa
Barletta, polemiche per le luminarie e i buoni spesa

Nelle intenzioni del consiglio comunale le luci e le decorazioni di Natale, installate per addobbare il centro di Barletta, dovevano riuscire a dar vita a una "timida atmosfera natalizia in questo momento così difficile", come proclamato dal primo cittadino. Per il momento sono riuscite solamente a generare molte polemiche.

Barletta sceglie di addobbarsi per il Natale, anche se in maniera più sobria degli scorsi anni, andando contro corrente rispetto ai comuni vicini. Infatti, la maggior parte dei consigli comunali ha deciso di rinunciare alle luminarie natalizie per offrire un gesto di solidarietà ai propri cittadini in difficolta.

Il sindaco non è comunque restato impassibile davanti alle proteste pervenute etichettandole come "una polemica alimentata ad arte dai soliti odiatori, una polemica davvero ingiusta e ingiustificata". Cannito ha anche fatto sapere che la spesa affrontata dal comune, circa 35.000 euro, non andrà minimamente a erodere i fondi per i Buoni Spesa. Secondo il sindaco il comune di Barletta sarà destinatario di circa 850.000 euro di fondi governativi per i Buoni Spesa, derivanti dal Decreto Ristori Ter, mentre altri 300.000 euro saranno stanziati direttamente dal comune.