Cristian Barletta-Bisceglie 3-3, qualificaficazione ai playoff per la Serie A1

Cristian Barletta

Un tap-in di Zala ad undici secondi dalla fine vale un risultato storico per il Cristian Barletta, che impatta con il Bisceglie e festeggia, in virtù della contemporanea sconfitta della Salinis con il Meta, una storica qualificazione ai playoff per la Serie A1 in programma il 24 e 31 marzo (andata al “PalaDisfida”) contro la Meta.

LA CRONACA DELLA PARTITA CRISTIAN BARLETTA-FUTSAL BISCEGLIE

Dazzaro sceglie come starting five: Capuano, Capacchione, Bizzoca, Sergio e Zala. Il Bisceglie si presenta con l’ex Waltinho e con Pedone, Radaelli, Milucci e Vitale a chiudere il quintetto. Avvio positivo per i biancorossi, che sfiorano subito il vantaggio con Zala, che in spaccata non trova la porta dopo uno spunto di Bizzoca. In seguito, Vitale è bravo a dire di no prima a Capacchione dalla distanza, poi a Sergio da posizione favorevole. Risponde il Bisceglie con un contropiede di Radaelli che, per poco, non trova un comodo appoggio di Waltinho. Ancora l’ex protagonista con un tocco sotto che non inquadra la porta all’8’.

I nerazzurri continuano a rendersi pericolosi, cogliendo il palo con Binetti e sprecando con Milucci, che si fa ipnotizzare da Capuano. Serve un episodio per sbloccare l’equilibrio, che arriva puntualmente al 14’: Sergio punta Binetti e poi supera Vitale con una botta all’angolino. Il Cristian Barletta sull’onda dell’entusiasmo sfiora il gol dopo pochissimi secondi con Zala che trova la deviazione di un avversario sulla linea. Al 17’, sugli scudi Capuano che nega la gioia del gol a Binetti, opponendosi con il corpo. Poco prima della sirena, c’è spazio per una ghiotta occasione non sfruttata da Capacchione su assist di Zala.

La ripresa si apre con il raddoppio biancorosso: triangolazione perfetta tra Anòs e Zala, con quest’ultimo che appoggia comodamente in rete, segnando il suo quattordicesimo centro personale. Al 4’, azione in solitaria di Capacchione che va via a due avversari e sfiora un gol straordinario non inquadrando la porta di pochi centimetri. Cristian ancora protagonista, quando al 6’ Anòs si procura un calcio di rigore, facendosi però ipnotizzare dal dischetto da Vitale, nettamente il migliore in campo tra i suoi. Nell’arco di un minuto tuttavia, il Bisceglie riacciuffa la parità, prima con una conclusione di Milucci poi con un guizzo ravvicinato di Ferrucci, tra lo stupore della panchina del Cristian.

I biancorossi tornano a rendersi pericolosi al 12’ con Sergio che si fa respingere un tiro ravvicinato da Vitale. Cinque minuti più tardi Zala, dopo aver resistito alla carica di due avversari, manca ancora l’appuntamento con il gol, facendosi ipnotizzare da Vitale. Gol sbagliato, gol subito perché al 18’, Ferrucci, ribadisce in rete una respinta di Capuano. Gara finita? Tutt’altro, perché a dieci secondi dalla fine Zala trova il tap-in sottoporta che chiude il match in parità e manda il Cristian ai playoff, facendo esplodere di gioia la panchina barlettana.

 

CRISTIAN BARLETTA-FUTSAL BISCEGLIE 3-3  (pt. 1-0)

 

CRISTIAN BARLETTA: Capuano, Dazzaro, Vivaldo, Capacchione, Paganini, Sergio, Zala, Bizzoca, Filannino, Prezioso, Sergio, Zala. All:Dazzaro

 

FUTSAL BISCEGLIE: Vitale, Pedone, Radogna, Vecchio, Guarino, Binetti, Muoio, Vitale, Cassanelli, Ferrucci, Milucci, Radaelli. All:Capurso

Reti: 14’00’’pt Sergio, 2’02’’st Zala, 8’33’’Milucci, 8’50’’Ferrucci, 17’47’’Ferrucci, 19’49’’Zala

 

IL COMMENTO DI MISTER DAZZARO

Un pareggio sofferto arrivato all’ultimo respiro, un pareggio che consegna al Cristian Barletta la storica possibilità di giocare gli spareggi promozione per accedere alla massima serie. Questo vale il 3-3 ottenuto dai biancorossi con il Futsal Bisceglie e mister Dazzaro non nasconde la sua soddisfazione: “Quello di oggi è un risultato storico, ottenuto lottando fino all’ultimo in una partita nella quale si è fatta sentire la tensione. I play-off erano il nostro obiettivo sin dall’inizio della stagione ed ora che l’abbiamo raggiunto dobbiamo giocarcelo al massimo, andremo a sfidare una grande squadra come la Meta ma abbiamo visto in questa stagione che i big match esaltano i miei, ce la giocheremo al massimo”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here