Controlli a tappeto in città: quattro arresti e rinvenimento di semirimorchi rubati

barletta

Non si fermano i controlli del territorio rafforzati in questo periodo estivo da parte dei Carabinieri di Barletta. Quattro gli arresti operati e una denuncia per ricettazione a seguito del recupero di quattro semirimorchi per un valore complessivo di 80.000,00 euro risultati oggetti di furto.

Due gli arresti per droga. Il primo è di un barlettano L.M. classe 80, sorvegliato speciale di ps con obbligo di soggiorno. L’uomo veniva fermato dai Carabinieri all’interno di un bar in questo centro. Alla vista dei militari l’uomo cercava di raggiungere il bagno dell’attività commerciale nel tentativo di disfarsi di qualcosa. L’accurata perquisizione personale permetteva di rinvenire occultate negli indumenti 2 dosi di cocaina poste all’interno di un pacchetto di sigarette e soldi provento dell’attività di spaccio. Il soggetto, già noto alle forze dell’ordine per questo genere di reati, veniva condotto presso la Casa Circondariale di Trani.

Il secondo arresto è di D. L. classe 98 albanese. Sottoposto ad accurata perquisizione personale e domiciliare è stato rinvenuto in possesso di ben 13 dosi di cocaina nascoste all’interno di un accendino pronte per essere destinate allo spaccio unitamente a una dose di sostanza stupefacente del tipo marijuana. L’uomo veniva condotto presso la casa circondariale di Trani.

Arrestata anche una ragazza, C.A. classe 81, per furto. La giovane veniva bloccata da personale della vigilanza del centro commerciale La Mongolfiera e dai Carabinieri, in quanto poco prima si era impossessata di una borsa lasciata incustodita da una persona su di un tavolino del bar del centro commerciale. La donna infatti approfittando di un momento di distrazione della vittima si era appropriata della borsa allontanandosi. La visione delle immagini di videosorveglianza e il rapido intervento dei Carabinieri e delle guardie giurate permettevano di bloccare la malvivente la quale nel frattempo si era disfatta della borsa contenente solamente un telefono cellulare e un paio di occhiali da sole. La giovane veniva tratta in arresto e  sottoposta alla misura degli arresti domiciliari.

Il quarto arresto effettuato sempre in Barletta nei confronti di I.G. per evasione classe 86, sorpreso dai militari fuori dal domicilio sulla pubblica via.

Infine, importante il rinvenimento di quattro semirimorchi all’interno di un parcheggio privato in Barletta del valore complessivo di 80000,00 euro. Gli accertamenti posti in essere hanno permesso di risalire alla provenienza di tre semirimorchi oggetto di furto alcuni giorni prima presso una ditta di Trasporti di Matera, mentre un quarto alla quale era stato rimosso il telaio e qualsiasi etichetta identificativa, veniva accertato rubato in Dragoni (CE) ad aprile di quest’anno. I mezzi recuperati venivano restituiti ai legittimi proprietari mentre il proprietario dell’area di parcheggio, un barlettano classe 53 già noto alle FF.OO.  veniva denunciato per il reato di ricettazione. Ulteriori indagini sono in corso per risalire agli autori dei furti.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here