Continua l’odissea “Borse di studio” – Altri 100 studenti della BAT potranno beneficiarne

Il Presidente Ventolanrisponde all’On. Nicola Fratoianni

«Per la serie a volte ritornano, riemerge dall’oblìo l’Onorevole Nicola Fratoianni – afferma il Presidente Ventola – Il “Re delle Fabbriche di Nichi”, dei “Bollenti Spiriti” o delle “Fabbriche dei disoccupati” pugliesi, il caro amico del Governatore Vendola, che dalla Toscana lo portò in Puglia dapprima affidandogli l’incarico di Assessore regionale (sicuramente per indiscussi meriti professionali e politici) per poi candidarlo, sempre per meriti acquisiti sul campo, al Parlamento, ogni tanto si ricorda del nostro territorio e lo fa sollevando polemiche prive di ogni fondamento. Oggi – prosegue Ventola – l’On. Fratoianni, piuttosto che prendere atto e compiacersi se un ente come la Provincia, nonostante i tagli inflitti dal Governo centrale e dalla Regione, investe proprie risorse per sostenere gli studi di studenti meritevoli o con difficoltà di reddito, preferisce alimentare polemiche in maniera del tutto strumentale. E lo fa peraltro dimostrando scarsa conoscenza degli argomenti di cui parla: il bando per l’assegnazione delle borse di studio agli studenti iscritti alla Lum di Trani, infatti, non è mai stato ritirato né sospeso».

Il Presidente ha sottolineato che l’intervento della Provincia si aggiunge al sostegno previsto in materia di diritto allo studio universitario. Infatti, oltre alle 12 borse di studio per studenti iscritti alla Lum nel 2013, oggi saranno altri 100 studenti residenti nella Bat, iscritti nelle altre facoltà italiane, a beneficiare delle borse di studio. Stando alle sue parole, rispetto a questa scelta la Regione sta raccogliendo consensi ma anche qualche critica: come è inevitabile.

«Non ci stiamo sottraendo dall’incontrare singoli studenti o associazioni che desiderano ulteriori delucidazioni a riguardo. Ci dica invece l’Onorevole Fratoianni, se conosce altre realtà in Puglia, della sua Toscana, o in tutta Italia, che in un contesto economico così drammatico quale quello attuale, sia riuscito a recuperare ben 2milioni e 300mila euro da destinare alle fasce sociali più deboli, agli studenti o al mondo del lavoro, come abbiamo fatto noi di recente con l’iniziativa Provincia Amica. Ci dica se conosce un solo ente in tutta Italia che, senza spendere un euro consulenze o nell’organizzazione di eventi, sia invece in grado di sostenere gli studenti meritevoli o con difficoltà economiche attraverso borse di studio. E’ facile ergersi a luminari della politica – afferma il Presidente della Provincia –  ed è disdicevole ciurlare nel manico e giocare sulla disperazione della gente. Quando è libero dai gravosi impegni romani, venga nella nostra Provincia, l’Onorevole Fratoianni: potrà finalmente verificare di persona cosa significhi stare ogni giorno a contatto con gente disperata, perché senza lavoro o subissata di tasse che da Roma qualcuno infligge. Un’ultima considerazione da cittadino mi sia consentita – conclude Ventola -: siamo stanchi di certi personaggi che magari non hanno mai lavorato un giorno nella loro vita, calati dall’alto e che godono di leggi elettorali senza avere consenso; di persone distintesi in questi anni solo per il prestigioso titolo di “Mister Parlamento” assegnatogli dalle deputate under 40 di Montecitorio per i “capelli ribelli” piuttosto che per i “lineamenti tipicamente latini”. E’ giunta l’ora che si facciano da parte».

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here