Consiglio comunale: via libera alla casa canonica di Via Vitrani

barlettanews - Sinistra Italiana Barletta

Tanto tuonò che piovve. Dopo sette inutili tentativi, naufragati tra cavilli e polemiche, il consiglio comunale di Barletta ha finalmente approvato la delibera inerente il progetto di costruzione della casa canonica di Via Vitrani,  che sorgerà al posto di quella che fu la parrocchia del Buon Pastore.
L’approvazione di questo importante punto all’ordine del giorno è avvenuta dopo l’ennesima logorante discussione in aula circa presunte irregolarità nel progetto: numerose sono state le perplessità sulle effettive finalità sociali del nuovo oratorio-casa canonica sollevate e dalla consigliera Maria Campese e dal gruppo consiliare de “ La Buona Politica”.

Ma andiamo con ordine. I lavori dell’assise cittadina si sono aperti alle 17.12 con le domande di attualità che hanno preceduto la trattazione dei punti in discussione all’ordine del giorno.

Particolarmente degni di nota sono stati i quesiti, rivolti al sindaco e alla Giunta, da parte del consigliere Losappio– che, ancora una volta, ha esortato l’ amministrazione a fare di più in merito alla vicenda della mancata fermata a Barletta del treno Frecciarossa- e del consigliere socialista Ruggiero Marzocca, il quale ha con forza denunciato lo stato di degrado ed abbandono di Piazza Principe Umberto ed invitato il comune a procedere alla eliminazione della recinzione dell’ex-ospedale Umberto I,. Infine, il consigliere Gennaro Calabrese, ha dapprima posto all’attenzione dell’amministrazione comunale l’ultimo episodio di fuga di gas verificatosi in Via Dante Cioce e poi ha manifestato palese insoddisfazione per i pesanti ritardi nel reperimento delle risorse per l’allestimento del cartellone dell’Estate Barlettana 2017.

Di particolare interesse si è rivelata la questione, sollevata dalla consigliera di Area Popolare Grazia Desario, circa le presunte gravi irregolarità inerenti il mancato completamento dei giardini di Via Vanvitelli che coinvolgerebbero la stessa amministrazione comunale, vista la citazione in giudizio –che risale al luglio 2013- del progettista dei lavori
La risposta del dirigente, ing. Todisco, non ha lasciato per nulla soddisfatta la Desario, la quale ha anche ventilato la possibilità di un’eventuale ricorso alle autorità competenti allo scopo di chiarire una faccenda che, a detta della stessa consigliera, presenterebbe non poche opacità.

Conclusasi  la fase delle domande di attualità, delle interrogazioni ed interpellanze, è stato introdotto il primo punto all’ordine del giorno: la proposta di delibera di Approvazione del progetto, in deroga al vigente piano regolatore generale, per la costruzione di oratorio e casa canonica alla Via Vitrani, su suolo di proprietà comunale concesso in diritto di superficie.


Dopo l’illustrazione della delibera a cura dell’assessore al ramo- arch. Azzurra Pelle– la giostra degli interventi è stata inaugurata dall’intervento piuttosto critico della consigliera Maria Campese, ormai vero e proprio “spauracchio” di tutto ciò che in consiglio comunale ha a che fare con la futura casa canonica di Via Vitrani.

La consigliera di Sinistra Unita– ingegnere – ha per l’ennesima volta posto l’accento su presunte irregolarità di natura tecnico-normativa riguardanti il progetto della Casa Canonica, oltre ad aver sollevato  seri dubbi circa le effettive finalità sociali dell’opera in questione.

Le perplessità sollevate dalla Campese, sono state ampiamente condivise  dai consiglieri de “La Buona Politica” Giuseppe Di Paola e Sabino Dicataldo, memori questi ultimi del  recente “affaire Montaltino”.

A favore dell’approvazione della  la Casa Canonica si sono espressi: il consigliere socialista Cannito, i il consigliere Ventura (a nome dell’intero gruppo consiliare del Partito Democratico), Grimaldi ed Alfarano.
Favorevoli all’approvazione anche i consiglieri di ciò che resta del centro-destra di  4Barletta che, soprattutto negli interventi di Dario Damiani e Flavio Basile, hanno ancora una volta evidenziato lo stato di crisi perenne della maggioranza di centro-sinistra che governa la città dal 2013.
Il  provvedimento è stato approvato con 19 voti a favore, 11 assenti e 3 voti contrari (Maria Campese, Sabino Dicataldo, Giuseppe Di Paola).

E’ stato successivamente introdotto il secondo punto all’odg:  Approvazione dello schema di convenzione per regolare e garantire l’uso pubblico del “Centro Sportivo privato di atletica leggera”, da realizzare su fondo in strada vicinale Casavecchia, distinto in catasto al fg. 47 p.lla 248, proposto dal Sig. Dipace.

Dopo un significativo intervento, da parte della consigliera Maria Campese che ha denunciato  le ormai ataviche carenze di impianti sportivi nella città di Barletta, il provvedimento è stato approvato, con i soli voti contrari dei consiglieri Di Paola e Dicataldo nella insolita veste di “bastian contrari” della maggioranza.

La seduta si è conclusa con la richiesta di rinvio da parte del consigliere PD Bruno del terzo punto all’odg: Piano di razionalizzazione Partecipate ex d.lgs. 175/2016.

 

 

 

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteMaturità 2017 – Tracce della prima prova (tema Italiano)
Articolo successivoApprovazione progetto casa canonica e oratorio, l’intervento sindaco Cascella
Cosimo Campanella
Cosimo Campanella nasce a Barletta il 3 settembre del 1974. Entra nel mondo della fotografia come aiutante nel 1990 e dopo due anni di alterne fortune è costretto nel maggio del 1993 a lasciare per svolgere il servizio militare. Riesce a rientrarvi come aiutante video-maker affinando nel contempo la propria tecnica fotografica per un progetto a lungo termine. Nel febbraio 2011 inaugura lo studio fotografico Arte e Immagine a Barletta. Specializzatosi nella fotografia per cerimonie e nel video-editing non disdegna digressioni anche nel campo della fotografia in ambito storico-culturale e folkloristico. Cosimo Campanella collabora da marzo 2016 con il magazine Barletta News , scrivendo di sport, attualità, politica e cultura

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here