Consensi al progetto Provincia Amica

Si è tenuta stamattina presso la sede della Provincia Barletta-Andria-Trani una conferenza stampa in occasione della presentazione della iniziativa Provincia Amica 2014. Una iniziativa composta da diverse azioni: si va dalle borse di studio per l’Università LUM alle borse lavoro (divise per fasce di popolazione: over 16, over 45, giovani, adulti, specialisti), dalla Carta amica a Incontralavoro, dalla app per cellulari Vela all’esperienza di Bat’s move.

Durante la conferenza stampa sono stati illustrati anche i risultati di altre iniziative provinciali. Si è discusso dei seminari di orientamento e del centro per l’occupabilità femminile. In corso di istruttoria sono invece gli albi per Tagesmutter e badanti. Particolare rilevanza è stata inoltre dedicata al Progetto Enea (un progetto di accoglienza per rifugiati politici), all’Osservatorio sociale sulla violenza di genere, ai due centri antiviolenza (Andira e Barletta) e a uno sportello dedicato ai Dsa e ai Bes (in partenariato con l’IISS Garrone di Barletta).

Secondo quanto riferito dai referenti istituzionali nei prossimi mesi sarà dedicato ampio spazio ad alcune tematiche: i giovani, con una serie di iniziative nelle scuole medie superiori; le startup di impresa; l’Europa e le sue opportunità di finanziamenti; un servizio di accounting per le imprese e uno di orientamento per i ragazzi delle scuole superiori.

Su queste tracce tematiche si è poi svolto un colloquio/intervista del presidente della Provincia Francesco Ventola con il direttore responsabile Michele Sarcinelli.

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteImpianto di affinamento delle acque reflue: l’Amministrazione di Barletta è sempre attiva
Articolo successivoOculus e la sperimentazione tecnica: c’è ancora vita nell’horror ?
32 anni, laureato in Filosofia presso l'Università La Sapienza di Roma e docente abilitato tramite TFA, Tirocinio formativo attivo. Ha conseguito inoltre: il dottorato di ricerca in Diritto delle relazioni di lavoro (Fondazione Marco Biagi di Modena), il master in Counseling filosofico ed esistenziale (Università Pontificia Salesiana di Torino) e il Diploma avanzato in studi europei (Collegio europeo di Parma). Ha lavorato su temi europei presso: il Patto territoriale Nordbarese ofantino a Bruxelles, il Parlamento europeo, il Ministero della Pubblica Istruzione, l'Ufficio scolastico regionale pugliese. Ha insegnato Filosofia e Storia nei Licei ed è docente di Istituzioni e Programmazione comunitarie per il Master in Europrogettazione della società Eurogiovani. Ideatore del progetto "Punti di fuga", counseling filosofico per i detenuti. Ha svolto il praticantato da giornalista pubblicista presso Barlettalife. Attualmente è HR Assistant per la società Proger a Riyad, Arabia Saudita. Grande passione per la politica e grande allergia per i politici. Ama la musica classica e il jazz, la scrittura in tutte le sue forme, i gatti (soprattutto uno, il suo, che si chiama Garibaldi)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here