Consegnato il cantiere per i lavori di urbanizzazione primaria nella zona 167

“Abbiamo mantenuto la parola data e siamo qui per dare pubblicamente atto che questo risultato è dovuto anzitutto ai cittadini che da anni si misurano con i disagi e il malessere di una crescita disorganica.” Così il sindaco Pasquale Cascella durante l’incontro per la presentazione del progetto dei lavori di urbanizzazione primaria nella zona 167 di Barletta svoltosi questo pomeriggio nell’auditorium della Chiesa SS. Trinità a seguito della consegna del cantiere all’impresa aggiudicatrice dei lavori.

“Ci eravamo posti come obiettivo settembre – ha proseguito il sindaco – e abbiamo lavorato coscienziosamente, con rigore e nel riserbo, per non compromettere ulteriormente l’atteso risultato. Da oggi possiamo e dobbiamo non più solo immaginare ma anche costruire una città unita che si rigeneri e si riqualifichi dando valore a un patrimonio che appartiene a tutti, senza distinzione di quartieri o zone. Dovremo riflettere su come sia stato possibile costruire , ciascuno per proprio conto, a prescindere dalle opere di urbanizzazione, perché errori del genere non si ripetano più. Momenti come questi servono anche ad avviare, con la partecipazione e il confronto, un percorso condiviso per migliorare quanto è stato progettato in modo che il cambiamento necessario investa l’intera città”.

Dopo l’introduzione dell’assessore Azzurra Pelle, il progettista, ing. Filiberto Ferraro, ha illustrato le modalità e la tipologia degli interventi che interesseranno la zona per i 600 giorni previsti dal contratto come durata massima dei lavori. L’obiettivo è trasformare l’area in un quartiere all’avanguardia in termini di servizi e urbanizzazione, oltre che migliorarla dal punto di vista ambientale creando delle connessioni tra territori che dialoghino grazie a nuovi spazi verdi attrezzati.

Nello specifico, sarà realizzata una pavimentazione stradale fonoassorbente con caratteristiche meccaniche moderne e un impianto di illuminazione a LED su tutte le arterie stradali in modo da garantire maggiore efficienza luminosa e minori consumi. Particolare attenzione sarà prestata alla segnaletica verticale di classe “2 superiore” caratterizzata, rispetto alla segnaletica tradizionale, da una visibilità particolare anche in condizioni di scarso illuminamento a tutela della sicurezza dei pedoni e degli automobilisti.

Le vie principali saranno dotate di zone verdi con essenze a bassa manutenzione al fine di coniugare l’esigenza di arredo urbano con il rispetto dell’ambiente. I due parchi (in via Dante e via Barberini) saranno accomunati dagli stessi elementi architettonici e strutturali, dotati di aree per il gioco, lo sport la sosta e il tempo libero affinché possano rappresentare un punto di riferimento per la socializzazione e lo svago.

 

 foto interventi 167

 

 

 

 

 

 

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here